CONTRATTO FF.OO. E FF.AA. SIGLATO A NOTTE FONDA. A MARZO 100 EURO LORDI CIRCA IN BUSTA PAGA

Roma, 26 gen 2018 – ALL’INTERNO LO SCHEMA DI PROCCEDIMENTO PER LE FORZE ARMATE. Dopo una lunghissima riunione è stato appena sottoscritto davanti al Ministro della Funzione Pubblica Marianna Madia e i Ministri dell’Interno Marco Minniti, Della Giustizia Andrea Orlando e della Difesa Daniela Pinotti e il sottosegretario Del Ministero Economia e Finanze Baretta, il rinnovo contrattuale del triennio 2016-2018 per gli appartenenti al comparto sicurezza/difesa. Per Moretti si tratta di “un altro obiettivo raggiunto anche se non pienamente soddisfacente dopo lo sblocco salariale e il riordino delle carriere, con la consapevolezza che lo sforzo del Governo è ancora insufficiente a recuperare il gap perso negli otto anni di mancato rinnovo”.

Ciò premesso l’aumento medio con decorrenza dal 1 gennaio 2018, sarà in media di circa 100 EURO in busta paga, a cui vanno aggiunti gli arretrati per il 2016 e 2017 per un ammontare medio di 600 euro. “Importante” per Moretti “la rivalutazione dell’indennità oraria di lavoro straordinario e di alcune tutele ottenute anche su taluni servizi operativi”. Mentre la parte normativa sarà oggetto di contrattazione subito dopo la firma di questa notte, si registra l’importante impegno ad omogenizzare i trattamenti economici accessori tra le varie componenti delle Forze dell’ordine come fortemente richiesto dall’USPP. Già abbiamo ottenuto un segnale per quanto riguarda la distribuzione di ulteriori 150 milioni di euro (di cui al DPCM 22.12.2017) destinati soprattutto a rifinanziare il FESI. “Resta il nostro impegno” conclude Moretti “a lavorare non solo per concludere a favore degli operatori della sicurezza che rappresentiamo e affinché il prossimo Governo rafforzi il riconoscimento della specificità del lavoro svolto dalla Polizia Penitenziaria al servizio del Paese ricordando che nel 2019 si dovrà avviare una nuova trattativa per il rinnovo contrattuale del prossimo triennio”. LA SEGRETERIA NAZIONALE

Preleva qui lo schema di decreto per le forze armate >>>