Home Chi siamo Nuovi abbonati  Consulenze scritte Difesa legale Contatti Magazine Sideweb Comunicati
Web mail Approfondimenti Rassegna stampa Avvicendamenti Le circolari Le leggi I contratti Cocer Forum Blog
 
 CERCA   
Nel web forzearmate.org

 

Newsletter
L'iscrizione è gratuita. Riceverai informazioni periodiche e di settore

Per cancellarti clicca qui!

Community
Mercatino, annunci
Annunci, amore, amici
Avvicendamenti
Giornali e stampa
Newsletter in archivio
Community
Chat
Links
Iniziative di solidarieta'
Meteo
Calendari - donna, uomo
Promozioni e offerte
Borsa - Finanza - Titoli
Lotto - Web - Salute
Tg e notizie vocali
Foresterie e Terme
 
Contatti
Redazione
Web@master
Privacy
 

Politica / Stipendi

Buste paga dei militari
Governo e Parlamento
Istat - statistica
Sindacato militari
Personalita' intervenute sui portali di Sideweb
 

<<SOLIDARIETA' AL PAPA' DI MATTEO VANZAN CIRCA QUANTO ACCADUTO NELLA CITTA' DI PADOVA IL 3/11/2006>>

 

 

<< Con il presente annuncio la redazione di Sideweb intende esprimere la propria censura circa quanto accaduto nella città di Padova il giorno 03.11.2006 dopo un Convegno che ha commemorato i soldati caduti in Iraq.

Essendo contrari ad ogni forma di violenza che vorrebbe sostituirsi a quella dialettica che i più sani principi democratici si propongono di insegnare, ed in particolare quando taluni accadimenti vengono simbolicamente e strumentalmente perpetuati persino nei confronti di chi ha perso la vita per onorare il proprio mandato istituzionale, non possiamo che manifestare la nostra solidarietà al papà di Matteo Vanzan, il lagunare perito a Nassiriya il 17.05.2004, il quale uomo già il destino lo chiama a sostenere quella perenne sofferenza che soltanto la perdita di un figlio può causare. >>
 

Sideweb, 10/11/2006

 


 

LA CRONACA DEI FATTI - PADOVA 3/11/2006

 

Fonte: L'Espresso

 

Picchiato anche un agente municipale dopo l'agguato all'onorevole
Ascierto e ad altre tre persone presenti al convegno sulle Forze Armate Arrestato un aggressore di Vanzan.
 

 L'accusa: violenza a pubblico ufficiale.
Indagati altri due  Disobbedienti


Arrestato in flagranza di reato e tradotto ai Due Palazzi il militante antagonista del «Pedro» Alfonso Mercurio, nato a Pompei il 14 luglio di 24 anni fa ma residente a Padova via Marzolo 50. Su di lui grava l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, in merito al ferimento (se la caverà in 7 giorni) dell'agente municipale Antonio Zambon, impegnato l'altra sera ad inseguire nel cuore del Ghetto i quattro autonomi che in precedenza avevano aggredito in via Capitaniato e spedito al pronto soccorso il deputato di An Filippo Ascierto, Enzo Vanzan di Camponogara, padre del giovane lagunare Matteo Vanzan caduto a Nassiriya il 17 maggio 2004, e Orfeo Dargenio, presidente del Circolo An di Solesino, tutti medicati all'ospedale con prognosi di una settimana.

Denunciati dalla Digos anche altri due «pedrini»: Salvatore P. e Mario S., entrambi trentenni, il primo inquisito per lesioni in riferimento all'assalto di via Capitaniato e il secondo anche per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Coordina l'inchiesta il pm Paolo Luca, mentre il capo della Digos Lucio Pifferi sta cercando di identificare appieno tutti gli altri partecipanti della spedizione punitiva, compresi quelli che in precedenza ebbero «contatti ravvicinati» con Federico Bruson della segreteria provinciale di An, preso a pedate da una squadra di autonomi in bicicletta poco prima che iniziasse in sala Nassiriya di piazza Capitaniato, nella sede del Consiglio di Quartiere Centro, il convegno organizzato da An e incentrato sul sostegno alle forze armate e, in particolare, sui soldati italiani caduti in Iraq.

La cronaca evidenzia pulsioni e sussulti tali da saturare lo spazio
mentale degli aggressori facendo cadere i presupposti di una sana
dialettica, sostituiti dalla violenza. Il prologo inizia poco prima delle
21, quando un gruppo di ragazzi e ragazze, passando per piazza
Capitaniato, strappa il cartellone che illustra il convegno di An sui
caduti in guerra delle Forze Armate al grido di «assassini, assassini».

Nel bel mezzo della bagarre che ne consegue, gli addetti alla corvèe
dell'ideologia degenerata in turpiloquio urlano epiteti irripetibili,
dall'una e dall'altra parte, lasciando intendere come stiano correndo
tempi duri per i cervelli. Poco dopo uno dei «corridori rossi» sferra in corsa un calcione a Federico Bruson che gli dà le spalle.

Il convegno inizia comunque senza altre contestazioni, presenti una settantina di persone tra cui l'assessore provinciale Mauro Fecchio, il capogruppo regionale di An Piergiorgio Cortelazzo, Stefano Grigoletto, consigliere del Quartiere Centro, il consigliere regionale Raffaele Zanon e il sindaco di Teolo Lino Ravazzolo. La seduta commemorativa termina poco dopo le 23. Alcuni partecipanti si fermano a conversare sotto l'arco dell'Orologio.

Ci sono l'onorevole Ascierto e la sua compagna, Vanzan padre,
Dargenio, Ravazzolo e anche un ragazzo rimasto contuso ma con rifiuto di farsi medicare al pronto soccorso. Gli aggressori entrano in azione a passi di lupo, cogliendo di sorpresa il gruppetto isolato. Colpiscono in modo fulmineo, disorientando gli aggrediti. Vanzan rimedia un pugno all'arcata sopraccigliare destra, con gocce di sangue che ne tramutano il volto in una maschera rossa.

L'onorevole Ascierto viene attinto da calcioni diretti alla già malandata gamba destra. Poi è la volta di Dargenio, raggiunto da un diretto al viso che gli fa perdere l'equilibrio.

E cadendo ingaggia una colluttazione con uno degli «antagonisti» che però riesce a liberarsi scappando verso il Ghetto con il resto del commando.

Alle 23,15, una pattuglia di agenti municipali è impegnata a rintracciare il giovane di colore che, eccitato dai fumi dell'alcol, sta  rovesciando i cassonetti in piazza delle Erbe e dintorni. Proprio in quel momento Zambon e il suo collega ricevono via-radio la notizia  dell'aggressione di via Capitaniato, con quattro-cinque assalitori in  ritirata dalle parti del Duomo. Gli agenti si fiondano verso il cinema Concordi e, giunti in via degli Obizzi, scorgono l'ultimo dei fuggiaschi, Mario S. L'agente Zambon lo rincorre a perdifiato riuscendo a bloccarlo.

A quel punto interviene Mercurio, avventandosi sul vigile che, colpito ripetutamente, allenta la presa consentendo così a Mario S. di liberarsi sgattaiolando per il tenebroso ventre del Ghetto.

Mercurio finisce invece in trappola, acciuffato da una pattuglia della Volante nel frattempo intervenuta. Per lui scatta l'arresto in flagranza di reato. Ha in tasca 49 grammi di hashish, come in altre due precedenti occasioni, ossia a luglio 2004 e il 17 giugno 2005. E vengono presto identificati anche gli altri due presunti autori dell'aggressione di via Capitaniato.

Intanto Vanzan padre rumina dentro di sè sentimenti di rabbia e  dolore. «E' come se Matteo me l'avessero ucciso per la seconda volta» sussurra alzando le mani al cielo.

(06 novembre 2006)

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Arrestato un aggressore di Vanzan/1427667/6
 



 

 


 

Abbonati alla nostra organizzazione
con soli 30 euro all'anno avrai la consulenza telefonica; l'accesso alla banca dati riservata, gli studi legali convenzionati, la raccolta delle pubblicazioni tascabili, ricorsi gerarchici e ai tar facilitati; l'impegno sociale ed economico a favore del personale, ecc..

Tessera 2006/07

 

 

 

 

 
 

Servizi

 
Rubriche

I NOSTRI TG
Ascolta i nostri file audio!

FORUM BLOG
Avvicendamenti
Provvedimenti futuri
Ricorsi in atto
Manuali, Pubblicazioni e tascabili realizzati da Sideweb
Il personale
Riordino dei ruoli
 
Riforma codici penali
Case demaniali - AST
Mobbing con le stellette
I libri consigliati
Riforma rappresentanza
Uso proiettili uranio
Interrogazioni parlamentari
Diploma e università
Manuali utili
Sentenze Tar, ecc.
 
Normativa
Le leggi
I disegni di legge
Le circolari
Argomenti a tema
I contratti di lavoro
Personale
Provvedimenti futuri
Trasferimenti a domanda
Marescialli
Volontari spe
Volontari vfp 1/4
Donne soldato
Sergenti
Ufficiali ruolo normale
Ufficiali r.t.a.
Pubblico impiego
Personale in ausiliaria pensione
 
Lavoro
Agenzie interinali
Arruolamento
Concorsi in Gazzetta Ufficiale
Concorsi statali in divisa
 
 
 
Case al mare, affitti
 Alberghi
Treni - autostrade - aerei
 Mappe stradali Italia e sat
Telefoni fissi Italia
Cartoline
Prestiti e soldi
Banner
Convenzioni
Download
Video in archivio
 Libri
Promozioni e offerte
 Immagini
Vignette
Ricette - cucina
English
Espanol
Русский
Українською
© Sideweb s.r.l. 2006 - Partita IVA 04040850267 - Sede nazionale: Via Piave, 22 - 33033 - Codroipo (UD)
Chiunque può usare e diffondere liberamente le nostre informazioni, con il solo obbligo di citarne la fonte.