Chi siamo - I Servizi Nuovi abbonati  Rinnova l'Abbonamento Consulenze scritte Difesa legale Contatti
Web mail Approfondimenti Rassegna stampa Le leggi Le circolari Comunicati I convegni Convenzioni Co.ce.r. Forum Blog
Ultimo aggiornamento: lunedì 07 dicembre 2015 18.14
 CERCA   
Nel web forzearmate.org
 

 

Newsletter
L'iscrizione è gratuita. Riceverai informazioni periodiche e di settore

Per cancellarti clicca qui!

Community

Mercatino, annunci

CO.CE.R.
Le attivita' ufficiali della Rappresentanza militare, solo su Sideweb!

Annunci, amore, amici
Avvicendamenti
Giornali e stampa
Newsletter in archivio
Community
Chat
Links
Iniziative di solidarieta'
Meteo
Calendari - donna, uomo
Promozioni e offerte
Borsa - Finanza - Titoli
Lotto - Web - Salute
Tg e notizie vocali
Foresterie e Terme
 
Lavoro
Agenzie interinali
Arruolamento
Concorsi in Gazzetta Ufficiale
Concorsi statali in divisa
Normativa
Le leggi
I disegni di legge
Le circolari
Argomenti a tema
I contratti di lavoro
Trasferimenti a domanda
Provvedimenti futuri
Contatti
Redazione
Web@master
Privacy

Politica / Stipendi

Buste paga dei militari
Governo e Parlamento
Istat - statistica
Sindacato militari
Personalita' intervenute sui portali di Sideweb

 


 

 


<<INTERROGAZIONE E RISPOSTA IN COMMISSIONE DIFESA SUL PRECARIATO IN MARINA MILITARE>>

 

Riproponiamo la lettura di questo argomento, completo della risposta all'interrogazione in Commissione Difesa.

22/3/2007
 


Gentile redazione,

vi allego l'interrogazione a risposta immediata relativa al precariato, presentata dall'On. Fallica.

A mio modesto parere sotto l'aspetto tecnico, il "professionale" è una legge dello Stato così come la chiarissima finanziaria 2007 che è successiva allo stesso.

Sotto l'aspetto politico, morale, umano ecc.. è scontato che per il bene delle FF.AA. e del personale,  tutti i vertici, il modo politico e della Rappresentanza Militare dovrebbero fare in modo che si inverta la rotta abolendo il fallimentare precariato, così come ho detto al senato. Questa è la naturale strada, non piu' percorribile, per il ripristino della leva obbligatoria, che così com'era lasciava a desiderare sotto l'aspetto educativo, formativo e che infine veniva considerato dalla opinione pubblica sotto certi aspetti una spesa inutile per lo Stato.

Antonello Ciavarelli
Delagato Cocer M.M.


SideWeb, 12/3/2007
Il nostro impegno e la nostra professionalita' al servizio di tutti. Sostieni le nostre attività!

 


Risposta della Commissione Difesa della Camera dei deputati all'interrogazione di Fallica.


5-00808 Fallica: Sull'applicazione dell'articolo 1, comma 519, della legge finanziaria 2007 ai partecipanti al V corso AUFP della Marina Militare.
 



TESTO DELLA RISPOSTA


La tematica relativa all'ipotesi di stabilizzazione del personale militare ausiliario/volontario va inquadrata nella più ampia problematica delle disposizioni previste dalla legge finanziaria 2007.

Nel merito, l'articolo 1 comma 519, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (finanziaria 2007) prevede un programma di stabilizzazione dei lavoratori precari «storici» che siano in servizio da almeno tre anni o che conseguano tale requisito per effetto di contratti stipulati prima del 29 settembre 2006, ovvero che nei cinque anni antecedenti al 1o gennaio 2007 siano stati in servizio per almeno un triennio.

La stessa disposizione dispone che «le amministrazioni continuano ad avvalersi del personale in argomento e prioritariamente del personale di cui all'articolo 23, comma 1, del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215 e successive modificazioni, in servizio al 31 dicembre 2006, nelle more delle procedure di stabilizzazione».

Al riguardo, si rileva, innanzitutto, che le Forze armate sono escluse dalle disposizioni generali sulle assunzioni nel pubblico impiego in quanto la materia è regolata da normative speciali.

Infatti il nuovo assetto del personale è deliberato dalla legge n. 331 del 2000, dal decreto legislativo n. 215 del 2001 e dalla legge n. 226 del 2004, relative alla professionalizzazione delle Forze armate.

Le consistenze del personale sia a tempo indeterminato che a tempo determinato (volontari in ferma prefissata) e le dotazioni organiche vengono determinate annualmente con decreto di concerto Difesa - Economia - Funzione Pubblica secondo, un andamento coerente con l'evoluzione degli oneri previsti dalle sopraindicate normative.

Pertanto le varie disposizioni relative alla stabilizzazione in argomento del rapporto d'impiego del personale a tempo determinato previste dalla finanziaria 2007 non sono applicabili al personale volontario in ferma prefissata delle Forze armate.
Nel merito, le Forze Armate poiché escluse dal blocco delle assunzioni disposto dalla «finanziaria 2005» (articolo 1 comma 95 della legge n. 311 del 2004) e conseguentemente dall'utilizzo del previsto Fondo per la stabilizzazione del personale precario, non possono essere ricomprese tra le Amministrazioni destinatarie della ripartizione della quota del Fondo medesimo.

Diversamente il citato comma 519 è estensibile al personale a tempo determinato dell'Arma dei Carabinieri di cui all'articolo 23, comma 1, del decreto legislativo n. 215 del 2001, in quanto i Corpi di Polizia partecipano alla ripartizione del suddetto Fondo di cui alla legge finanziaria 2005.

Per quanto riguarda, in particolare, la stessa Arma dei Carabinieri, i destinatari della sopraindicata disposizione (articolo 1 comma 519 «finanziaria 2007») sono gli AUFP in servizio al 31 dicembre 2006, che abbiano prestato tre anni di servizio o che matureranno tale periodo per effetto di proroghe o di trattenimenti già intervenuti alla stessa data.

Del resto, la stabilizzazione non può essere applicata agli Ufficiali in ferma di due anni e sei mesi, in quanto le ferme dei militari volontari sono previste dalla normativa vigente, perché indispensabili alla particolare organizzazione delle Forze Armate, la quale necessita della presenza di un'aliquota di personale che, per età e condizioni fisiche, sia idoneo ad assolvere i compiti strettamente operativi.

D'altro canto, si deve rammentare che, il ricorso all'AUFP, come già era avvenuto in passato con l'Ufficiale di complemento, ha come precipua finalità quella di garantire alle Forze Armate, per un predeterminato e limitato periodo temporale, l'utilizzo di professionalità tecniche atte a fronteggiare rapidamente particolari esigenze operative, peculiari sia per l'età che per le funzioni da svolgere. Diversamente, verrebbe alterata la dinamica dei reclutamenti ordinari che avvengono attraverso i ruoli normali e, speciali.

Quanto, in particolare, agli AUFP della Marina, si fa notare, peraltro, che in conseguenza della riduzione degli stanziamenti operati nello specifico settore per l'anno 2007, le Forze Armate hanno dovuto rivedere tutta la programmazione dei reclutamenti ivi compresi quelli relativi agli AUFP.

 


 

Interrogazione a risposta immediata in Commissione Difesa Camera Deputati 5-00808



Attuale delegato a rispondere e data delega:

MINISTERO DELLA DIFESA
MINISTERO DELLA DIFESA 07/03/2007

Stato iter : CONCLUSO il 08/03/2007


presentata da

GIUSEPPE FALLICA

mercoledì 7 marzo 2007 nella seduta n.121

FALLICA e COSSIGA

Al Ministro della difesa

Per sapere - premesso che:
 


in data 28 febbraio 2007 lo Stato Maggiore Marina ha provveduto a predisporre il congedo, previsto in data 5 marzo 2007, di 240 Ufficiali in ferma prefissata del V corso AUFP, allo scadere dei trenta mesi di ferrea senza che fosse loro concessa la possibilità di accedere alla ulteriore ferma di 12 mesi, rafferma tra l'altro concessa ai precedenti 4 corsi AUFP;

la decisione di non permettere loro di accedere alla rafferma è stata assunta in maniera unilaterale dalla Forza armata senza fornire motivazione alcuna agli appartenenti del V corso AUFP, i quali tra l'altro avevano presentato l'apposita domanda alla Direzione Generale del Personale Militare ai fini dell'ottenimento della rafferma;

la Direzione Generale per il Personale Militare provvedeva a rispondere agli appartenenti al V corso AUFP, che avevano presentato regolare domanda di rafferma, testualmente: «per la conseguente partecipazione all'interessato, si comunica che l'istanza del... presentata in data... non può essere presa in considerazione in quanto il concorso per l'ammissione ad un'ulteriore ferma di anni uno del corpo di appartenenza riservato agli ufficiali in ferma prefissata provenienti dal 5o corso AUFP della Marina Militare al momento non è stato bandito». Tale risposta, che non è esplicativa di nulla, lasciava comunque intendere che, in un futuro prossimo, era intenzione dell'Amministrazione indire il bando di rafferma, nonostante i tempi tecnici necessari per il regolare svolgimento del concorso non fossero più disponibili;

si evidenzia che la legge di bilancio 2007, collegata alla legge finanziaria, prevedeva la copertura economica per il mantenimento in servizio degli Ufficiali del V corso AUFP, avendo stanziato i fondi necessari sia al Ministero della difesa che al Ministero dei trasporti, per gli appartenenti al corpo delle capitanerie di porto;

appare doveroso far notare che la concessione della ulteriore ferma di dodici mesi agli appartenenti al V corso AUFP avrebbe consentito loro di snaturare i requisiti previsti dal comma 519 dell'articolo 1 della legge finanziaria ai fini della stabilizzazione, ad eccezione degli appartenenti al V corso AUFP che per servizi pregressi ne sono già in possesso;

inviare in congedo il personale del V corso AUFP in possesso dei requisiti previsti dal comma 519 della legge finanziaria 2007 va in contrasto con il dettato dello stesso comma 519 il quale prevede che; le amministrazioni pubbliche continuano ad avvalersi prioritariamente del personale assunto ai sensi del articolo 23, comma 1, del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, in servizio al 31 dicembre 2006, in possesso dei requisiti previsti, nelle more della conclusione delle procedure di stabilizzazione;

lo Stato Maggiore Difesa ad oggi non ha, in alcun modo, avviato le procedure di stabilizzazione del proprio personale dipendente, secondo quanto previsto dal comma 519 dell'articolo 1 della legge finanziaria 2007, né tanto meno ad oggi se ne intravede l'inizio, nonostante il fatto che l'Arma dei carabinieri ha provveduto immediatamente alla stabilizzazione del proprio personale dipendente e che, ai sensi del comma 519 dell'articolo 1 della legge finanziaria 2007, sta provvedendo alla stabilizzazione di 900 unità anche il Ministero per i beni e le attività culturali, come si evince dall'avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 4a Serie Speciale Concorsi - n. 7 del 23 gennaio 2007;

in data 1o marzo 2007 il quotidiano Liberazione pubblica un articolo dal titolo «La marina non applica la finanziaria e licenzia i suoi precari» nel quale, dopo un excursus sulla situazione del V corso AUFP, vengono espresse una serie di considerazioni sulle scarse possibilità che hanno i militari di far valere i loro diritti, il giornalista, ad esempio, li definisce cittadini di serie B. All'interno di questo articolo sono contenute alcune dichiarazioni del Capitano di Vascello Alessio Anselmi, presidente del COCER Marina, il quale esprime giudizi negativi riguardo le scelte fatte dallo Stato Maggiore Marina. Questo pare possa essere solo uno degli articoli che a breve potrebbero essere pubblicati sulle testate giornalistiche nazionali -:

se il ministero intenda adottare provvedimenti urgenti a favore del V corso AUFP, ormai congedato dallo Stato Maggiore Marina, e quali siano gli intendimenti ministeriali in merito al futuro degli Ufficiali della Marina Militare che aspettano l'applicazione del comma 519 dell'articolo 1 della finanziaria 2007, anche al fine di evitare le prevedibili iniziative giudiziarie da parte degli Ufficiali in possesso dei requisiti previsti, iniziative giudiziarie che, qualora arridessero agli Ufficiali in possesso dei requisiti previsti, cosa da ritenere alquanto probabile vista l'eloquenza della norma, costituirebbero un ulteriore aggravio per i conti già precari dello Stato. (5-00808)


SideWeb, 12/3/2007
Il nostro impegno e la nostra professionalita' al servizio di tutti. Sostieni le nostre attività!

 

 

Abbonati alla nostra organizzazione
con soli 30 euro all'anno avrai la consulenza telefonica; l'accesso alla banca dati riservata, gli studi legali convenzionati, la raccolta delle pubblicazioni tascabili, ricorsi gerarchici e ai tar facilitati; l'impegno sociale ed economico a favore del personale, ecc..

Tessera 2007/08

 

 

 
 

Servizi

Rubriche

I NOSTRI TG
Ascolta i nostri file audio!

FORUM BLOG

Avvicendamenti

Provvedimenti futuri
Ricorsi in atto
Pubblicazioni e tascabili realizzati da Sideweb
Riordino dei ruoli
 
Riforma codici penali
Case demaniali - AST
 
Mobbing con le stellette
Riforma rappresentanza
Uso proiettili uranio
Interrogazioni parlamentari
Diploma e università
Manuali utili
Sentenze Tar, ecc.
 
Personale
Marescialli
Volontari spe
Volontari vfp 1/4
Donne soldato
Sergenti
Ufficiali ruolo normale
Ufficiali ruolo speciale
Ufficiali r.t.a.
Pubblico impiego
Personale in ausiliaria pensione
 
 
 
Case al mare, affitti
 Alberghi
Treni - autostrade - aerei
 Mappe stradali Italia e sat
Telefoni fissi Italia
Cartoline
Prestiti e soldi
Banner
Convenzioni
Download
Video in archivio
 Libri
Promozioni e offerte
 Immagini
Vignette
Ricette - cucina
English
Espanol
Русский
Українською
© Sideweb s.r.l. 2006 - Partita IVA e C.F. 04040850267 - Sede nazionale: Via Piave, 22 - 33033 - Codroipo (UD)
Chiunque può usare e diffondere liberamente le nostre informazioni, con il solo obbligo di citarne la fonte.