.
Chi siamo Nuovi abbonati Rinnova l'abbonamento Tutela legale Consulenze scritte Area riservata Banca dati leggi/circolari Le pubblicazioni
Webmail Newsletter Foresterie Archivio approfondimenti e rassegna stampa  Provvedimenti futuri Newsletter I convegni Invia i tuoi file Contatti

Notizie sempre aggiornate

I TG di AdnKronos News Esercito News Guardia Costiera News Arma Carabinieri News Military Times News concorsi Milano Finanza

 Ultimo aggiornamento: mercoledì 09 dicembre 2015 23.36

 CERCA
Su Google Su questo sito



Iscriviti gratis

Riceverai gratuitamente informazioni periodiche e di settore


 

Autorizzo privacy

Per non ricevere piu' le news... clicca qui!

 
Personale
Provvedimenti futuri
Trasferimenti a domanda
Marescialli
Sergenti
Volontari spe
Volontari vfp 1/4
Donne soldato
Ufficiali ruolo normale
Ufficiali ruolo speciale
Ufficiali r.t.a.
Polizia di Stato
Pubblico impiego
Personale in ausiliaria e pensione
Rubriche
Quesiti e risposte.
Dal centro di consulenza della Sideweb!
CO.CE.R.
Le attivita' ufficiali della Rapp/za militare.
Giornale ufficiale della Difesa.
Disponibili le dispense fino al 20 giugno 2007
Utilizzo delle ff.aa. per le emergenze pubbliche
Politica e stipendi
Personalita' intervenute sui portali di Sideweb
Sindacato militari
Governo e Parlamento
Lavoro
Agenzie interinali
Arruolamenti
Concorsi in Gazzetta Ufficiale
Concorsi statali in divisa
Servizi utili
Meteo
Giornali e stampa
Foresterie e Terme
Festivita' e ricorrenze nazionali
Borsa - Finanza - Titoli
Lotto - Salute
Community
Gli avvicendamenti
Il forum
Il blog dei militari
Il blog delle forze di polizia 
La chat
Cerca l'anima gemella
Mercatino-annunci
Newsletter in archivio
Links
Calendari - donna e uomo
Promozioni e offerte
Iniziative di solidarieta'
Amici che ci hanno lasciato.
Contatti e info
Redazione
Web@master
Privacy

 

Condividi
 

 

 


Il terrorista Battisti rimane in Brasile? La Russa: pronto a sostenere boicottaggio Brasile


No a estradizione sarebbe "grande ferita nei rapporti bilaterali". In Italia deve scontare 4 ergastoli


 

Roma, 30 dic. (TMNews) - Nel caso in cui il presidente uscente del Brasile Luis Inacio Lula da Silva dovesse negare l'estradizione in Italia di Cesare Battisti, il ministro della Difesa Ignazio La Russa sarebbe pronto a sostenere "iniziative di boicottaggio". "Da parte di Lula sarebbe un atto di grande mancanza di coraggio. Perché lui se ne va ma il Brasile resta", dice il ministro in un'intervista al Corriere della Sera. La Russa lancia un vero e proprio avvertimento. "Nessuno può illudersi che una simile decisione sia priva di conseguenze", afferma. "Io lo riterrei una grande ferita nei rapporti bilaterali". Il ministro è pronto a porre "la questione al governo", dove "almeno quattro ministri hanno la stessa intenzione". Il titolare di Palazzo Baracchini è pronto ad "appoggiare iniziative che arrivano al boicottaggio". "Sconsiglierei a chiunque di andare in un paese dove gli assassini sono lasciati in libertà. E molti non comprerebbero più i loro prodotti", spiega La Russa, che si dice pronto a anche a richiamare i tre ufficiali che sono impegnati nel progetto di cooperazione relativo ai bombardieri Amx. "Battisti non si è neanche pentito. Un simile criminale non può essere lasciato in libertà", conclude il ministro.

http://www.ilriformista.it



 

CHI E' CESARE BATTISTI - Su Cesare Battisti pende una condanna in contumacia all'ergastolo, con sentenze passate in giudicato per aver commesso quattro omicidi, legati a doppio filo alle violenze che hanno scosso l'Italia durante gli anni di piombo. Tra le efferatezze commesse da Battisti -  oltre a rapine in banca e supermercati, i cosiddetti "espropri proletari" - secondo gli inquirenti c'è l'omicidio di Antonio Santoro, maresciallo della Polizia penitenziaria, freddato nel 1978 a Udine. Nel 1979, l'ex terrorista rossso Battisti fu complice nell'omicidio di Lino Sabbadin, colpevole di esseresi opposto a un tentativo di rapina nella sua macelleria.

IL CASO TORREGIANI - L'anno successivo il caso più eclatante: l'omicidio, a Milano, del gioielliere Pierluigi Torregiani, in cui fu coinvolto anche il figlio dell'uomo, da quel giorno costretto su una sedia a rotelle. Battisti fu condannato come co-ideatore dell'attentato. L'ultimo omicidio di cui è accusato Battisti risale sempre al 1979, quando sempre a Milano, l'agente della Digos Andrea Campagna, fu freddato con diversi colpi d'arma da fuoco al volto: l'ex Pac è ritenuto l'esecutore materiale dell'omicidio.

L'ARRESTO - Nel 1979 per Battisti, coinvolto in una massiccia operazione antiterrorismo, scattarono le manette. Inchiodato dalle dichiarazioni di alcuni pentiti, venne spedito al carcere di Frosinone. Ma il 4 ottobre del 1981 il terrorista riuscì ad evadere e fuggire in Francia dove, a Parigi, visse in clandestinità per circa un anno. Con la moglie, conosciuta nel paese transalpino, si trasferì in Messico, dove iniziò la sua attività da scrittore. Proprio durante la latitanza messicana i giudici lo condannarono in contumacia all'ergastolo. Le accuse sono pesantissime: quattro omicidi, oltre a varie rapine.

IN FRANCIA - Tornato in francia, la sua attività si lego a doppio filo con quella della comunità di latitanti italiani che si sentivnoa protetti grazie alla morbida dottrina Mitterand in tema di estradizioni. Battisti si improvvisò romanziere e traduttore di diversi noir francesi. A seguito di una richiesta di estradizione dell'esecutivo italiano, Battisti venne nuovamente arrestato in Francia. Ma dopo quattro mesi di detenzione, Parigi lo dichiarò non estradabile. Una successiva richiesta di estradizione fu accolta nel 2004: Jacques Chirac, successore di Mitterand, aveva idee differenti circa le sorti del terrorista. Per Battisti tirava una brutta aria: rientrò in latitanza, fece perdere le sue tracce e si trasferì armi e bagagli in Brasile.

BRASILE, "RIFUGIATO POLITICO"
- Nel 2007, in seguito a indagini coordinate da Italia e Francia, venne arrestato a Copacabana, nel Paese verdeoro. Ma passano due anni, e i il 13 gennaio 2009 il Brasile decide di accordare lo status di rifugiato politico a Cesare Battisti. Da quel giorno, tra l'Italia e lo stato sudamericano è in corso un braccio di ferro per ottenere una nuova estradizione dell'ex terrorista rosso. Il confronto è sfociato in una mozione bipartisan, approvata all'unanimità dal Parlamento, per ottenere la revoca dello status di rifugiato. In campo scese anche Giorgio Napolitano, con una lettera inviata a Lula in cui espresse lo "stupore e il rammarico" per la decisione del governo brasiliano.

http://www.libero-news.it


 

Battisti: la lunga partita dell'estradizione
 

Roma tra cautela e pressing. I ribaltoni di Brasilia
 

di Eloisa Gallinaro

ROMA - Uno scontro diplomatico sfiorato piu' volte ma sempre rientrato: l'affaire Battisti ha messo a dura prova, negli ultimi mesi, i rapporti tra Roma, che chiedeva l'estradizione dell'ex terrorista dei Pac (Proletari armati per il comunismo) e Brasilia, che ha prima concesso un controverso asilo politico e poi - con una sorta di ribaltone della Corte suprema - ha dato un sostanziale via libera all'estradizione, lasciando pero' l'ultima parola al presidente Lula. Ma sono state la cautela, e l'attesa, a segnare l'ultimo periodo, anche se in Italia, dopo il si' del Tribunale supremo brasiliano poco piu' di un anno fa, si respirava soddisfazione, al Quirinale come a Palazzo Chigi e alla Farnesina. ''Una ''decisione importante'' l'aveva definita il presidente della repubblica Giorgio Napolitano, sottolineando che ''una decisione diversa avrebbe dato un giudizio assolutamente negativo sul sistema giudiziario e penitenziario italiano'' che ha le ''carte in regola''. L'indecisione di Lula, che ha aspettato gli ultimi giorni del mandato presidenziale per pronunciarsi, non ha pero' turbato gli incontri con Silvio Berlusconi, complici anche i rapporti economici bilaterali di altissimo profilo tra Italia e Brasile.

Nel faccia a faccia tra i due, a fine giugno a San Paolo, durante il Forum bilaterale italo-brasiliano, si e' evitato di parlare del caso Battisti. E in aprile, nel corso di un incontro a Washington tra il premier e il presidente carioca, c'era stato il 'pressing' italiano per l'estradizione ma sempre, avevano fatto filtrare fonti diplomatiche, con un totale appoggio e fiducia nei confronti delle autorita' e dei giudici brasiliani. Una posizione ribadita qualche giorno fa dal ministro degli Esteri Franco Frattini. ''Il Brasile e' uno stato sovrano e noi non abbiamo il potere di imporre ovviamente niente'', ha detto il titolare degli Esteri. Che, pero', ha anche tenuto a sottolineare come ''il presidente Lula finirebbe il suo mandato in un modo oscuro se negasse la restituzione alle carceri italiane di un terrorista''. Una buona dose di pragmatismo e' trapelata dalle parole del ministro della Difesa Ignazio La Russa. Durante le trattative per vendere armamenti al Brasile, ha rivelato la Russa in un convegno nel settembre scorso, ''ho fatto prevalere la ragion di stato sull'etica politica''. E, ha raccontato, ''Mi sono fatto forza per firmare anche con il Brasile dei rapporti che il mio animo mi diceva di tenere quanto meno in stand by''.

http://www.ansa.it


30 dicembre 2010
 

 

Forzearmate.org è il portale di riferimento del comparto difesa e sicurezza più visitato, grazie della tua visita.
Per parlare con un nostro Operatore componi il nr. 347 2369419

 

 

Il nostro impegno e la nostra professionalita' al servizio di tutti. Oltre ad offrire consulenza, assistenza, tutela legale, pubblicazioni, documentazione e circolari, il portale dei militari offre una accurata ed approfondita informazione completamente gratuita per tutti gli utenti, sul mondo delle FF.AA., delle FF.PP. e del Pubblico impiego in generale. 
Sostieni sempre le nostre attività, uniche nel suo genere e indispensabili per migliorare la professionalita', la qualita' della vita e le condizioni economiche di tutti quanti!
Questo ed altro lo trovi soltanto su www.forzearmate.org - Sideweb.
 

 

Per ulteriori informazioni, o per eventuali errori su questo argomento,
si prega di contattare la redazione di Forzearmate.org - Sideweb chiamando il seguente nr. telefonico 347 2369419, oppure scrivere a:
info@sideweb.it

 

Abbonati alla nostra organizzazione
Avrai la consulenza telefonica; l'accesso alla banca dati riservata, gli studi legali convenzionati, la raccolta delle pubblicazioni tascabili, ricorsi gerarchici e ai tar facilitati; l'impegno sociale ed economico a favore del personale, ecc...

Scopri come abbonarti...

 

 

Abbonati ora, clicca qui!

 

 

 

 
 

 

Servizi

Noleggia l'auto a prezzi convenienti per le tue ferie o per i tuoi viaggi di lavoro!

Preventivo immediato
  

Community

 

Le pubblicazioni


I codici e le pubblicazioni realizzate dalla Sideweb, riguardanti il personale e relative norme professionali.

I trasferimenti

Avvicendamenti

FORUM BLOG

 

Consulenze scritte
Approfondimenti
Provvedimenti futuri
Ricorsi in atto
Il personale
Pubblicazioni e tascabili realizzati da Sideweb
Riforma rappresentanza
Le interviste
Riordino dei ruoli e gradi personale ff.aa. e ffpp..
Case demaniali AST
Diploma e università
Mobbing con le stellette
I libri consigliati
Riforma codici penali
Uso proiettili uranio
Manuali utili
 
Normativa
Le leggi
I disegni di legge
Le circolari
Interrogazioni parlamentari
Sentenze Tar, ecc.
Argomenti a tema
I contratti di lavoro
 
 
 
Materiale informativo
Case al mare, affitti
Treni - autostrade - aerei
 Mappe stradali Italia e sat
Telefoni fissi Italia
Cartoline
Prestiti e soldi
 Alberghi
Convenzioni
Download
Video in archivio
 Libri
Promozioni e offerte
 Immagini
Vignette
Ricette - cucina
© 2006-2010

Sideweb s.r.l.
Sede legale: Via Piave, 22 - 33033 - Codroipo (UD)
Partita IVA e C.F. 04040850267
R.E.A. (UD-288808)
Capitale sociale € 10.000

Chiunque può usare e diffondere liberamente le nostre informazioni, con il solo obbligo di citarne la fonte.

Qui pagamenti on-line con i seguenti circuiti: