A.M.U.S. Associazione dei Militari Uniti in Sindacato – il Sindacato dell’Aeronautica interviene a favore del personale militare

 L’Associazione dei Militari Uniti in Sindacato interviene a tutela del personale militare

Le NUOVE OPPORTUNITÀ offerte dal SINDACATO

Negli ultimi mesi alcuni utenti facenti servizio nel nord-est Italia hanno lamentato problematiche di carattere amministrativo legate a eccessivi ritardi in pagamenti dovuti poste in essere dai loro uffici di riferimento, chiedendo l’intervento dei nostri legali qualora vi fosse stata evidenza di abusi ossia comportamenti non scevri di illegittimità.

Suddette rimostranze, pertanto, sono state immediatamente partecipate al nostro Centro Studi di Diritto Militare il quale, dopo aver verificato gli accadimenti ha deciso, prima di procedere con eventuali azione di carattere legale, in virtù della recente collaborazione intrapresa con l’Associazione di Militari Uniti in Sindacato (AMUS) dell’Aeronautica, di interpellare appunto gli organi della citata associazione al fine di verificare se vi fossero spazi di contraddittorio tali da poter dirimere in via collaborativa la delicata vicenda.

Ebbene, a seguito dell’appropriato contributo offerto dall’AMUS in sede di confronto ottenuto con le parti, la problematica sembra essere del tutto rientrata e gli stessi Comandi si stanno impegnando doviziosamente affinché le attività vengano ricomposte e mirate a soddisfare giustamente anche i bisogni e le necessità dei singoli interessati.

L’accaduto non può far altro che dimostrare come, in presenza di attori in possesso di valide competenze, capacità di dialogo e che sanno interrogarsi preventivamente su quelle che pur sono le esigenze della Pubblica Amministrazione, da contemperarsi tuttavia con quelle del singolo, l’apparato burocratico, in particolare quello inerente il delicato mondo militare, non potrà che giovarne. 

Nel caso di specie, dunque, ci preme rivolgere un grosso plauso all’AMUS avendo prodotto con il suo intervento una efficace attività di composizione. Parimenti, i complimenti vanno altresì indirizzati anche alla stessa Amministrazione Militare per la sua disponibilità all’ascolto essendosi confrontata senza indugi affinchè le esigenze operative potessero conciliarsi con le legittime aspettative del personale da essa gestito.

La redazione – Sideweb

 

Condividi questo post