Aeronautica militare: Missione umanitaria in Mozambico

Roma, 26 Mar 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – (Fonte Ufficio Pubblica Informazione) – di T. Col. Salvatore De Maio – Trasporto di aiuti umanitari e personale specializzato nel Paese africano al fine di dare assistenza alle popolazioni colpite dalle alluvioni. Segue. – Domenica mattina un aereo C-130J della 46a Brigata Aerea, di stanza a Pisa, è decollato dalla propria base per trasferire personale della Protezione Civile e del Gruppo Maxi Emergenze del 118 della Regione Piemonte in Mozambico, che nei giorni scorsi è stato devastato dalle alluvioni causate dal ciclone IDAI.

ll velivolo giungerà a destinazione domani e resterà a disposizione nel Paese africano per assicurare i trasporti aerei che saranno necessari all’interno dell’area del disastro.

       

Il trasporto aereo è stato disposto dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, su indicazione del Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.

Attraverso coordinamenti interagenzia e un complesso lavoro di squadra, il Comando della Squadra Aerea, tramite il Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico, ha reso possibile in tempi brevissimi il decollo del velivolo.

Decollerà inoltre nelle prossime ore dalla base del 3° Stormo di Villafranca (VR) un aereo KC-767 del 14° Stormo, di stanza a Pratica di Mare (RM), per trasportare in Mozambico un Posto Medico Avanzato (PMA) di secondo livello, messo a disposizione dalla Regione Piemonte, e un ulteriore team di sanitari e tecnici.

L’intera attività rientra nell’ambito dell’operazione umanitaria a guida del Dipartimento della Protezione Civile disposta dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, su richiesta avanzata dalla Commissione Europea a tutti gli Stati membri, con lo scopo di contribuire all’assistenza alle popolazioni colpite dalle catastrofiche alluvioni. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.aeronautica.difesa.it/comunicazione/notizie/Pagine/am_prociv_supporto_mozambico.aspx

Condividi questo post