Trasferimento De Falco, il ministero: ” Non tornerà al suo vecchio ruolo”

Roma, 28 Nov 2014 – di Gerardo Adinolfi – Il comandante Gregorio De Falco, l’uomo del del “Torni a bordo” intimato al comandante Francesco Schettino durante il naufragio della Concordia, non tornerà al suo vecchio ruolo dopo il trasferimento dalla sezione operativa a incarichi amministrativi.… Leggi Tutto

Condividi questo post

La Difesa non conosce austerità

Roma, 27 Nov 2014 –  di Francesco Vignarca – Nessun “grande taglio”, ma solo una leggera flessione. Che comunque mantiene il totale della spesa militare al di sopra di quanto stanziato nel 2012. E neppure i sacrifici prospettati anche dal Ministro Roberta Pinotti in recenti… Leggi Tutto

Condividi questo post

POLIZIA, ECCO LA NOTA DEL VIMINALE: CENTINAIA DI UFFICI E UNITÀ DESTINATI A CHIUDERE

Roma, 27 Nov 2014 – (di Piero Messina) – Riorganizzare il “sistema sicurezza”  è uno dei principali obiettivi del governo Renzi. L’ipotesi di ridurre da cinque a due le forze dell’ordine nel nostro paese – individuata dal Commissario per la “spending review”,Carlo Cottarelli – per adesso… Leggi Tutto

Condividi questo post

Difesa, nel 2015 l’Italia lascia l’Afghanistan

Roma, 27 Nov 2014 – L’Italia entro il 2015 lascerà definitivamente la regione ovest afgana e manterrà solo una presenza ridotta a Kabul. Lo ha annunciato l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, in un’audizione davanti alla commissione Difesa della Camera sul programma pluriennale di investimento per la… Leggi Tutto

Condividi questo post

Finanza, medici in famiglia. Parentopoli alla Guardia di Finanza

Roma, 26 Nov 2014 – di Emiliano Fittipaldi (Dal portale, fonte: http://espresso.repubblica.it) – Parentopoli alla Guardia di Finanza. Sono anni che i militari malignano su una presunta gestione nepotistica del poliambulatorio del corpo, una struttura sanitaria in via Nomentana a Roma che eroga prestazioni ai… Leggi Tutto

Condividi questo post

Usa, dimissioni Hagel: spuntano le lettere di critica a Obama. Anche Kerry sotto pressioneSpuntano le lettere private di Chuck Hagel alla Casa Bianca, in cui il capo uscente del Pentagono esprimeva tutto il suo disagio sulla politica portata avanti dall’amministrazione Obama sul fronte delle azioni da intraprendere nei confronti della Russia e su quello della strategia da portare avanti in Siria. In una prima lettera di circa due mesi fa – svela il Wall Street Journal – Hagel sosteneva con vigore la necessità di nuove misure nei confronti del Cremlino e maggiori sforzi per rassicurare i preoccupati alleati europei.

Roma, 26 Nov 2014 – Spuntano le lettere private di Chuck Hagel alla Casa Bianca, in cui il capo uscente del Pentagono esprimeva tutto il suo disagio sulla politica portata avanti dall’amministrazione Obama sul fronte delle azioni da intraprendere nei confronti della Russia e su… Leggi Tutto

Condividi questo post

Concorso Esercito Italiano 2015 per 7000 volontari VFP1

Roma, 26 Nov 2014 – E’ stato indetto il bando 2015 per il reclutamento di volontari in ferma prefissata di un anno dell’Esercito Italiano: sono 7000 i posti a disposizione a cui è possibile candidarsi inviando domanda di partecipazione nei periodi stabiliti dal bando.  Il… Leggi Tutto

Condividi questo post

Kabul, la guerra per sempre

Roma, 26 Nov 2014 – di Michele Paris – L’avventura bellica degli Stati Uniti in Afghanistan non finirà alla fine di quest’anno come promesso qualche mese fa dal presidente Obama ma proseguirà, per il momento nel solo 2015, con “missioni” di ampia portata in appoggio… Leggi Tutto

Condividi questo post

Lavorare nelle Forze Armate australiane

Roma, 25 Nov 2014 – Per qualcuno potrebbe essere la soluzione. Mentre nel nostro paese i tagli alla spesa pubblica stanno decimando i posti nelle Forze Armate nonché riducendo il numero di concorsi pubblici per accedervi (di fatto rendendo quasi pari a zero le speranze… Leggi Tutto

Condividi questo post

Afghanistan: esplosione, morti due militari

Roma, 25 Nov 2014 – Un’esplosione ha provocato la morte di due militari della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf), di stanza a Kabul, in Afghanistan. Lo riferiscono i media della capitale. Al momento, non si sa di che nazionalità siano le due vittime.… Leggi Tutto

Condividi questo post