Copyright: Parlamento Ue approva la proposta di riforma

Roma, 14 Set 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di F. Q. – Riforma del copyright approvata mercoledì dalla plenaria di Strasburgo. Seguiamo. – Un filtro preventivo affidato alle piattaforme web come Facebook o YouTube e agli aggregatori come Google news, che dovranno vagliare i contenuti caricati dagli utenti per eliminare quelli protetti dal diritto d’autore.

E’ quello che il Parlamento europeo intende imporre con la discussa proposta di riforma del copyright approvata mercoledì dalla plenaria di Strasburgo che il 5 luglio aveva invece bocciato il testo, con tanto di denunce di “minacce” ai danni degli europarlamentati.

       

Sono stati respinti gli emendamenti di M5S ed Efdd che chiedevano lo stralcio degli articoli più controversi: l’11, in base al quale gli editori devono ricevere compensi “consoni ed equi” per l’uso dei loro materiali da parte dei “fornitori di servizi nella società dell’informazione”, e il 13, ribattezzato “bavaglio al web”.

Gli eurodeputati della Lega e del Movimento hanno votato tutti contro, così come la maggioranza dei Verdi. Per il vicepremier Luigi Di Maio si profila “uno scenario da Grande Fratello di Orwell” perché “i tuoi contenuti sui social potrebbero essere pubblici solo se superano il vaglio dei super censori”. I grandi editori esultano sostenendo che la riforma “preserverà l’indipendenza dei giornali”.

Protetti da copyright anche gli snippet. Alle piattaforme il controllo sui contenuti – La posizione del Parlamento Ue ha reso più severa la proposta iniziale della Commissione in materia di responsabilità delle piattaforme. Tra i contenuti protetti da copyright sono stati infatti inseriti anche gli snippet, cioè il titolo e l’anteprima dei contenuti dei link. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/12/copyright-parlamento-ue-approva-la-proposta-di-riforma-resta-larticolo-sul-bavaglio-al-web-di-maio-censura/4620683/

Condividi questo post