Cronaca: Dopo Battisti sono 50 i terroristi ancora in fuga

Roma, 15 Gen 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Mauro Indelicato – Secondo per l’appunto il Centro ricerca sicurezza e terrorismo, come riferisce l’AdnKronos, sono cinquanta i terroristi in fuga. (Segue articolo). – L’arresto di Cesare Battisti desta ovviamente clamore, in quanto potrebbe a breve porre fine ad una pluridecennale fuga dell’ex membro dei proletari armati per il comunismo dalla giustizia italiana.

Ma la vicenda che riguarda Cesare Battisti non è che la punta di un iceberg. Di quell’epoca buia per il nostro Paese, segnata dal terrorismo, dalle stragi e dal periodo di piombo dove le ideologie si scontrano a colpi di pistola per le strade, rimane ancora ampia traccia in giro per il mondo con i tanti protagonisti di allora latitanti o ricercati all’estero.

       

La storia degli anni Settanta quindi, non è ancora chiusa ed anzi appare oggi drammaticamente attuale: sono 50 i terroristi per i quali da anni si aspetta il normale corso della giustizia.

Dove sono i terroristi protagonisti della stagione di fuoco degli anni ’70. Nomi, volti, biografie, condanne ed elenco di crimini commessi: nelle bacheche degli uffici che ospitano la direzione centrale della Polizia criminale, da anni è possibile scorrere l’elenco dei dati aggiornati di chi ancora, dopo essere stato protagonista di crimini ed attentati, si ritrova fuori dalle patrie galere.

Secondo per l’appunto il Centro ricerca sicurezza e terrorismo, come riferisce l’AdnKronos, sono cinquanta i terroristi in fuga. Latitanti, ricercati oppure ben protetti dalla propria rete di contatti o dagli Stati che li ospitano. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.occhidellaguerra.it/cesare-battisti-non-era-lunico-sono-50-i-terroristi-ancora-in-fuga/

Condividi questo post