Ex ministro Rassoul sul futuro per Italia e Nato in Afghanistan

Roma, 12 Ott 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Fulvio Moriani – La guerra civile e il ruolo dell’Italia in Afghanistan secondo l’ex ministro degli Esteri afghano Zalmai Rassoul, intervistato da Formiche.net. Segue. – Il ritiro di truppe italiane dall’Afghanistan non sarebbe necessariamente un dramma. L’Afghanistan ha infatti bisogno di guardare al futuro, costruendo le basi necessarie per una pace duratura.

In questo senso, investimenti esteri strategici per lo sviluppo economico del Paese potrebbero apportare un contributo più significativo rispetto alla pur essenziale presenza militare della Nato.

       

Queste le principali idee confidate a Formiche.net dall’ex ministro degli Esteri afghano Zalmai Rassoul, nel corso dell’evento “Afghanistan and Central Asia: Looming priorities and regional un-balances”, organizzato dalla Nato Defense College Foundation e tenutosi a Roma lo scorso 4 ottobre.

GLI ANTEFATTI. Nelle scorse settimane, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha ribadito la volontà del governo di ridurre il contingente italiano che opera in Afghanistan nell’ambito della missione Nato Resolute Support.

Il ritiro di 200 uomini, già annunciato dal precedente governo, troverà probabilmente parziale applicazione con l’ormai prossimo decreto di proroga della copertura finanziaria e giuridica delle missioni italiane all’estero. La proroga, infatti, dovrebbe prevedere il ritiro di 100 unità dall’Afghanistan già entro il 2018.

Il parziale disimpegno italiano ha suscitato qualche perplessità fra gli esperti, in quanto la guerra civile nel Paese pare tutt’altro che finita e permane una profonda instabilità politica.

GLI SVILUPPI POSITIVI SECONDO ZALMAI RASSOUL. L’orientamento del governo italiano non sembrerebbe però preoccupare Zalmai Rassoul, intervenuto lo scorso 4 ottobre alla conferenza di Roma organizzata dalla Nato Defense College Foundation. L’articolo completo prosegue qui >>> https://formiche.net/blog/2018/10/rassoul-afghanistan-italia-nato/

 

Condividi questo post