Giorno del ricordo. «I nostri cari ancora in fondo alle Foibe». Le parole di Mattarella

Roma, 10 Feb 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Lucia Bellaspiga – Il Giorno del Ricordo. «Genitori e fratelli senza tomba, l’Italia si faccia rispettare». Mattarella: simbolo tragico di un capitolo storico poco conosciuto. Il genocidio dei giuliano-dalmati avviene a più riprese a partire dal 1943, con punte di ferocia già in tempo di pace: mentre il resto d’Italia festeggia il suo 25 Aprile, Istria, Fiume e Dalmazia sono ‘liberate’ dai partigiani comunisti di Tito, il cui ordine è de-italianizzare quelle regioni. Inizia il calvario delle…L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.avvenire.it/attualita/pagine/i-nostri-cari-ancora-in-fondo-alle-foibe