I suicidi dei soldati americani

 

militari-usa-24082013Roma, 04 ott 2016 – Da “Il Salotto di Antonio Moccia”. – Il suicidio in ambiente detentivo è un fenomeno che interessa sia detenuti che operatori e, tra questi, soprattutto quelli della polizia penitenziaria. Attualmente, in termini di prevenzione, l’interesse si sta spostando da un’eziologia essenzialmente endogena a una esogena, in quanto sta emergendo una criticità del sistema che ha origine nella mancanza di conoscenza del “soggetto detenuto”. Questo lavoro tralascia statistiche e modelli di rilevamento per guardare a tutti quei comportamenti che fanno parte dell’ambito suicidario, anche se l’atto suicidario non è autentico. Questo modo di vedere permette di individuare le aree di rischio e non si limita a guardare “all’evento morte”. Il suicidio è un fenomeno strettamente soggettivo e ogni tentativo di definizione risulterà insoddisfacente e riduttivo. L’unica certezza che si può cogliere nell’analisi del suicidio è la necessità di approfondimento sia del comportamento che lo precede,sia dei fattori endogeni ed esogeni. L’articolo completo continua qui >>> https://salottoantoniomoccia.wordpress.com/2016/09/29/i-suicidi-dei-soldati-americani/