Il Comandante Alfa ospite a Domo. E’ uno dei militari che vegliano sulla nostra sicurezza nazionale

Domodossola, 13 Apr 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Federico Raso – Al Teatro Galletti di Domodossola è stato presentato nella serata di ieri “Missioni Segrete”, il nuovo libro del Comandante Alfa. Un’occasione per conoscere meglio uno membri fondatori del G.I.S. (Gruppo di Intervento Speciale) dei Carabinieri, organizzata dalla Libreria Grossi, dal Comune di Domodossola e dall’Associazione Culturale Ruminelli. Il Comandante Alfa, pseudonimo dietro cui cela la propria identità, ha partecipato a operazioni militari pericolose, sia in Italia che all’Estero, che racconta nei suoi libri con un obiettivo preciso: “Spero che i giovani si possano avvicinare alle Forze dell’Ordine” ha affermato “e magari conoscere la mia storia, quella di un ragazzo nato e cresciuto nel profondo Sud, dove la mafia imperversava, che ha scelto il bene invece del male”. La sua vita da membro del G.I.S. non è per nulla ordinaria: il Comandante Alfa conduce una vita interamente dedicata a servire il suo Paese, fatta di molte di rinunce, ma non rimpiange la scelta fatta. “Io e gli altri ragazzi del G.I.S. abbiamo scelto una strada più difficile delle altre, ma abbiamo vissuto una vita professionale assolutamente entusiasmante e per questo dobbiamo ringraziare l’Arma dei Carabinieri” ha spiegato. “L’unico vero dispiacere è quello di non essermi goduto l’infanzia dei miei figli”. Una rinuncia grossa, più di attività comuni come andare in discoteca, ai concerti, o allo stadio, che ai membri di questo corpo speciale, sempre impegnati in lunghe e rischiose missioni, sono precluse: “I miei libri sono anche indirizzati ai miei figli, per dimostrare che ho intrapreso questa pensando sempre a loro” ha confessato il Comandante, dedicando un pensiero anche alla moglie. “È lei il vero operatore del G.I.S, come tutte le mogli, fidanzate o madri degli operatori che sopportano le lunghe assenze o la paura per le condizioni di un loro caro”.  L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.ossolanews.it/fotogallery/il-comandante-alfa-ospite-a-domo-e-uno-dei-militari-che-vegliano-sulla-nostra-sicurezza-nazionale-13541.html