Ipotesi di adeguamento dei coefficienti pensionistici di trasformazione. Mai fare i conti senza l’oste

Roma, 10 Feb 2022 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Sull’argomento siamo già intervenuti a fine ottobre dello scorso anno stigmatizzando i facili entusiasmi che emergevano da parte degli Stati Maggiori in riferimento all’adeguamento dei coefficienti pensionistici a quelli del personale del pubblico impego civile, ossia 67 anni.

Si tratta, in sintesi, di un tentativo, seppur insufficiente, di porre rimedio all’annosa questione riferita alla mancanza della previdenza complementare per il personale militare, che lamenta un ritardo di soli, si fa per dire, 26 anni.

Negli altri settori della PA, infatti, la previdenza complementare fu da subito avviata, comportando impegni finanziari obbligatori del datore di lavoro con percentuali variabili a partire dal’1% del trattamento stipendiale.

Per tale motivo, considerati appunto i 26 anni di mancata contribuzione, con l’articolo di ottobre 2021 quantificammo un attuale “risparmio” per le casse dello Stato (quasi a dire agli operatori del Comparto che di questo Stato non ne fanno parte) di circa 4,2 miliardi di Euro.

E sempre per tale motivo, considerammo poco equa una siffatta soluzione proponendo dei miglioramenti ai disegni di legge che avrebbero sortito degli effetti di minimo ristoro ad una tal sventura subita dal personale militare e delle forze di polizia.

Ma veniamo ad oggi. La Legge 234/2021 relativa al bilancio di previsione dello Stato ha istituito al comma 95, in relazione alla specificità̀ del personale delle Forze armate, delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, un fondo con una dotazione di 20 milioni di euro per l’anno 2022, 40 milioni di euro per l’anno 2023 e 60 milioni di euro a decorrere dall’anno 2024. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.amus-aeronautica.it/press/notizie/ipotesi-di-adeguamento-coefficienti-pensionistici-di-trasformazione-mai-fare-i-conti-senza-l-oste.html

 

Condividi questo post