“Julia”/MLF in partenza per il Libano . Alla “Di Prampero” il saluto delle autorità cittadine e di tutti gli udinesi agli alpini pronti a lasciare il Friuli per la missione “Leonte XXIV”

Udine, 11 Apr 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – (Fonte COMALP) – Si è svolta, nel chiostro cinquecentesco della caserma “Di Prampero”, sede del Comando Brigata, la cerimonia di saluto in vista del prossimo impiego in Teatro Operativo Libanese della “Julia”. Con questa cerimonia i militari del Comando Brigata, del 7° Reggimento Alpini di Belluno, i cavalieri del Reggimento Piemonte Cavalleria (2°) di Villa Opicina, del Reggimento Logistico di Merano, del 2° Reggimento Genio Guastatori di Trento, concludono un lungo ed intenso periodo di addestramento, specifico e finalizzato all’impiego in uno dei due settori operativi del sud del Libano, quello ovest, a guida italiana. Il Generale di Brigata Paolo Fabbri, 43° comandante della “Julia”, per l’Esercito sarà infatti il Comandante del Sector West con sede a Shama, ed avrà alle dipendenze militari di diverse nazioni quali Armenia, Austria, Brunei, Corea del Sud, Croazia, Finlandia, Ghana, Indonesia, Irlanda, Serbia, Slovenia, Tanzania e Ungheria. La “Julia” / MLF (Multinational Land Force) alla prima partecipazione alla missione Unifil in Libano, si schiererà anche in conformazione DECI (DEfence Cooperation Initiative): assieme ai militari delle Truppe Alpine, quindi, nelle cellule del comando e di alcune unità della “Leonte XXIV” sarà impiegato anche personale non solo di Ungheria e Slovenia, ma anche di Austria e Croazia. Massima autorità militare per l’Esercito il Comandante delle Truppe Alpine, Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto assieme alle più alte cariche istituzionali cittadine e regionali. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Julia-partenza-per-il-Libano_180409.aspx