L’accordo di cooperazione in materia di difesa tra Italia e Niger

Roma, 16 Apr 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Vediamo all’interno del testo il contenuto dell’accordo. Segue. – Avviare forme strutturate di cooperazione tra le forze armate per “consolidare le rispettive capacità difensive, nell’intento di incoraggiare, agevolare e sviluppare la cooperazione nel settore della difesa e migliorare la comprensione reciproca sulle questioni della sicurezza per quanto riguarda la lotta all’immigrazione irregolare, al terrorismo e ai traffici illegali”.

È questo l’obiettivo principale contenuto nel ddl, approvato la scorsa settimana dalla Camera e ora giunto all’esame del Senato, che ratifica ed esegue l’accordo di cooperazione in materia di difesa tra Italia e Niger, uno dei Paesi più militarizzati dell’Africa per ragioni di lotta al terrorismo e per la prevenzione delle migrazioni in Europa. L’accordo è stato sottoscritto a Roma il 26 settembre 2017 e siglato, per l’Italia, dall’ex ministro della Difesa Roberta Pinotti.

       

Vediamo il contenuto dell’accordo. In primis si stabilisce che che le amministrazioni competenti per organizzare e gestire le attività saranno i rispettivi ministeri della Difesa e che le eventuali consultazioni potranno avvenire alternativamente in Italia e in Niger.

Per quanto concerne le modalità di cooperazione nel campo dell’industria della difesa, si prevedono numerose attività: scambi di visite di delegazioni civili e militari e di esperienze tra esperti; incontri tra i rappresentanti delle istituzioni della difesa;

scambio di personale di formazione e di relatori e di studenti provenienti da istituzioni militari; partecipazione a corsi di formazione teorici e pratici; seminari, conferenze, dibattiti e simposi organizzati presso organismi civili e militari della difesa; partecipazione a esercitazioni militari; visite di navi o velivoli militari; scambio nel campo degli eventi culturali e sportivi e il sostegno a iniziative commerciali relative ai materiali e ai servizi della difesa. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.publicpolicy.it/difesa-migranti-accordo-niger-84315.html

 

Condividi questo post