Le aziende italiane della difesa protagoniste in Qatar

Roma, 22 Mar 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Claudio Bigatti – Il direttore generale di Beretta, Carlo Ferlito, in un comunicato stampa, ringrazia le maestranze per l’importante accordo raggiunto con la Barzan holding (società posseduta al 100% dal ministero della Difesa del Qatar) che porterà alla costruzione di un nuovo impianto produttivo a Doha e a un sostanzioso contratto (Arx 200, Arx 160 e Beretta 92), definendo l’area un “ponte strategico verso l’Asia”. Tra i motivi del successo, vengono indicate anche le ottime recensioni ottenute dall’Arx 200 in Pakistan che hanno raggiunto e convinto i “decision maker” del Qatar. Aggiunge Ferlito: “La firma di contratti sostenibili e il buon esito della negoziazione, sono stati possibili grazie alla reputazione aziendale, alle ampia gamma di prodotti Beretta Defense technologies e alla capacità di negoziazione della Holding. Sarà fondamentale però, svolgere questo contratto in maniera impeccabile, garantire la nascita di una joint venture che sia un valore aggiunto per il gruppo e contribuire ad aumentare la reputazione dell’azienda e del marchio. E questo sarà possibile solo grazie al lavoro di tutti nei prossimi mesi.” Molto bene, a Doha, anche per altre aziende italiane della difesa. Leonardo chiude un contratto per la fornitura al Qatar di 28 elicotteri multiruolo Nh90 del consorzio europeo Nh Industries (e Leonardo è prime contractor per la commessa) per un valore complessivo superiore ai tre miliardi di euro comprendente 16 Nh90 Tth per operazioni terrestri e 12 Nh90 Nfh per missioni navali unitamente ad un pacchetto supporto, manutenzione, addestramento e vari interventi infrastrutturali. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.armietiro.it/le-aziende-italiane-della-difesa-protagoniste-in-qatar-9545