Marco Callegaro morto suicida in Afganistan nel 2010.

Marco Callegaro Roma, 18 Mar 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – 

Pressioni continue e fortissime da parte dei superiori per firmare i pagamenti dei blindati scadenti

Marco Callegaro, di Gavello, morì a 37 ani in Afghanistan. La sua morte, un colpo di pistola alla testa nel 2010. Un suicidio a cui molti non credono. Il 6 marzo a Roma l’udienza per peculato contro i suoi colleghi.

       

Pressioni continue e fortissime da parte dei superiori per firmare i pagamenti dei blindati scadenti a un imprenditore afghano Mohamad Bafaiz. E’ quanto ha raccontato, ieri 6 marzo ai giudici del tribunale militare di Roma, un sergente che era in confidenza con Marco Callegaro, il soldato di Gavello morto il 25 luglio 2010 con un colpo di pistola in testa, in Afghanistan.

Il tribunale militare di Roma sta procedendo per peculato nei confronti del generale Giuseppe Rinaldi, il colonnello Sergio Walter Maria Li Greci dell’Aeronautica, i colonnelli Amedeo De Maio, Pasquale Napolitano e Ignazio Orgiù dell’Esercito. Un sesto indagato, Antonio Muscogiuri, si è impiccato il 6 aprile 2017 dopo aver ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini. L’articolo completo prosegue qui >>>>  http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/MedioAltoPolesine/il-soldato-callegaro-confido-finito-in-una-cosa-piu-grande-di-me

Condividi questo post