Mugugnano i piloti e gli specialisti della Marina Militare

efv marinaRoma, 18 giugno 2016 – Il dispaccio n. 6/63561/F/6 del 17.09.2012 dello Stato maggiore della Marina militare relativamente all’indennità fondamentale di volo e all’indennità supplementare per pronto intervento aereo riporta: «ai fini della semplificazione amministrativa si dispone che, a similitudine delle competenze eventuali (straordinario, presenza festiva, rischio, eccetera) anche le indennità in argomento siano poste in pagamento il mese successivo a quello in cui è stato effettivamente prestato il servizio. Per quanto sopra, a seguito degli opportuni controlli sull’attività effettivamente svolta nel mese di riferimento, i relativi dati dovranno essere trasmessi dai gruppi di volo alle rispettive Stazioni Eli/Aer e da queste inoltrati alle competenti Direzioni di commissariato, mediante il sistema informativo GESTIP» (>>LINK)

La disposizione è parsa subito intempestiva poiché il compenso per il rischio, il disagio e le responsabilità connessi alle diverse situazioni di impiego derivanti dal servizio sono regolamentate dalle indennità di impiego operativo di cui alla legge n. 78/1983; in altri termini pare che la legge sia stata applicata male per ben 29 anni!

       

Prima di questa disposizione le competenze ad esempio di maggio venivano pagate il 24 maggio, ora vengono pagate il mese successivo (per restare nell’esempio, le competenze di maggio ora vengono pagate il 24 giugno).

La “particolarità” e quindi il “mugugno” si è esteso anche ai piloti e agli specialisti della Polizia di Stato con l’introduzione della nuova piattaforma NoiPA.

Quindi è tutto regolare? Pare proprio di no!

Invero, il comunicato della Segreteria Nazionale del COISP (Coordinamento per l’indipendenza sindacale delle Forze di Polizia) datato 10.06.2016 riporta: “Finalmente, qualche mese fa, la svolta e l’impegno assunto da qualche funzionario responsabile per sistemare le cose e garantire al personale aeronavigante della Polizia di Stato l’elaborazione di uno statino paga corretto e rispettoso delle vigenti tabelle contrattuali. Ed infatti qualche giorno fa i Reparti Volo della Polizia di Stato hanno ricevuto la comunicazione dagli uffici amministrativo-contabile periferici che a partire dalla mensilità di giugno 2016 sullo statino comparirà la dicitura “Pronto intervento aereo“, con il recupero delle mensilità pregresse della predetta indennità sotto forma di arretrato. In altre parole dai prossimi mesi, come sempre sostenuto dal COISP, al personale aeronavigante della Polizia di Stato sarà liquidata l’indennità in parola riportando sullo statino NoiPA la corretta dicitura “pronto intervento aereo” in luogo di quella di “arretrato indennità operative”. Si ritorna quindi alla situazione esistente anteriormente all’introduzione della piattaforma NoiPA, questo grazie ad un lavoro meticoloso e costante svolto dal COISP, tra il silenzio delle altre organizzazioni sindacali e l’indifferenza degli stessi Uffici dipartimentali preposti alla gestione dei Reparti Volo della Polizia di Stato!” (>>LINK)

Le domande nascono spontanee: “Quanto tempo bisognerà aspettare affinché non sia disattesa la volontà del legislatore esclusivamente per il personale della Marina militare e cessi il mugugno?” e poi “Il COCER (Consiglio centrale di rappresentanza militare) Marina tutelerà i marinai con le ali?

Lascio a voi il pronostico!

Antonio De Muro

Condividi questo post