Partito Diritti Militari: su armonizzazione del sistema pensionistico il governo battuto dalla nostra richiesta di legalita’

comellini e turcoRoma, 11.6.2013 – “Prendiamo atto con soddisfazione che la richiesta che abbiamo rivolto lo scorso 15 maggio ai Presidenti del Parlamento, Senatore Grasso e Onorevole Boldrini, per ottenere il rispetto del termine del 31 ottobre 2012 previsto dalla legge delega per l’emanazione del regolamento per l’armonizzazione all’assicurazione generale obbligatoria dei requisiti minimi di accesso al sistema pensionistico del personale del comparto difesa-sicurezza e del comparto vigili del fuoco e soccorso pubblico, nonché di categorie di personale iscritto presso l’INPS, l’ex ENPALS e l’ex INPDAP (Atto di Governo n. 11), ha avuto un esito positivo e che il Governo che avrebbe deciso di ritirare l’atto in questione.

E’ la terza volta che il Governo trasmette alle Commissioni parlamentari un atto che non può più essere emanato ed è la terza volta che su nostra iniziativa è costretto a rinviarne l’emanazione e quindi a ritirarlo.

       

Adesso, però, ci auguriamo che il ritiro dell’atto da parte del Governo non sia accettato dalle rappresentanze sindacali di categoria e dai Cocer delle Forze Armate, compreso quello dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, come merce di scambio per offrire il loro tacito consenso al parere favorevole sull’altro atto di Governo che prevede la proroga del blocco della contrattazione e degli automatismi stipendiali per i pubblici dipendenti.”

Il segretario del PDM Luca Marco Comellini

Condividi questo post