Polizia Penitenziaria: Correttivi al riordino

Roma, 13 Lug 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – da Interventi ricevuti – Si sottolinea il fatto che nel testo definitivo del riordino non vengono accolte alcune modifiche. Vediamo di cosa si tratta. – Il testo partorito dalle commissioni parlamentari difesa e affari costituzionali, relativamente al riordino delle carriere delle forze di polizia, promuoveva ulteriori spunti migliorativi con riguardo all’omogeneizzazione delle denominazioni per la Polizia Penitenziaria e i Carabinieri.

Riguardo alla penitenziaria il riferimento era al punto 17) che disponeva: “all’articolo 42 si valuti l’opportunità di approfondire il meccanismo di riallineamento del ruolo direttivo ordinario e speciale del Corpo di Polizia Penitenziaria ai fini della piena rispondenza rispettivamente al ruolo dei commissari ed al ruolo speciale della Polizia di Stato”.

       

Per i Carabinieri invece il riferimento era contenuto nel punto 28) “per l’Arma dei Carabinieri, valuti il Governo di rinominare la denominazione Maresciallo aiutante sostituendola con quella di Maresciallo maggiore”.

In entrambi i casi si trattava di questioni svilenti per le funzioni effettivamente svolte, se solo si pensi che la denominazione di “aiutante” e “coordinatore” non rendono l’idea riguardo alle funzioni direttive e dirigenziali esercitate.

Eppure nel testo definitivo del riordino, in entrambi casi, non venivano accolte tali piccole modifiche a costo zero. Si attendevano pertanto i correttivi al riordino, laddove sia l’Arma che la Polizia Penitenziaria avevano proposto tali ridenominazioni.

Purtroppo, però, anche in questo caso ennesima delusione della Polizia Penitenziaria che non è riuscita ad ottenere tale modifica a costo zero, a differenza dei Carabinieri che, in data 7.07.2018, hanno conquistato la nuova denominazione di maresciallo maggiore in luogo di maresciallo aiutante.  L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.poliziapenitenziaria.it/public/post/blog/correttivi-al-riordino-ritornano-i-vecchi-giochi-di-prestigio-3849.asp

 

Condividi questo post