Sindacati militari: La democrazia che non c’è nelle forze armate

Roma, 16 Dic 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Alessandro Margiotta – Intervento di Checchino Antonini (Left) – (Di seguito l’articolo). – Diversamente dall’Italia, in tutta Europa, in sintonia con i trattati internazionali, i militari possono organizzarsi in sindacati. Una sentenza della Consulta ha dichiarato illegittimo il divieto ma la Difesa è ricorsa al Consiglio di Stato e in Parlamento tutto tace. La battaglia del Cocer Guardia di finanza.

C’è una vertenza invisibile che si trascina da mezzo secolo. È la battaglia per la sindacalizzazione dei militari, 350mila lavoratrici e lavoratori in divisa separati, a volte contrapposti ad arte, da chi una divisa non l’indossa.

       

Questa lotta s’è intrecciata, nelle stagioni in cui la speranza era più forte del rancore, con le ondate di rivendicazioni civili e sociali fin dalla fine degli anni 60 quando, sulla scia di autunni caldi, si tenevano riunioni clandestine di poliziotti, allora ancora militarizzati, e si formavano comitati di ufficiali e sottufficiali democratici, oppure per la smilitarizzazione e i pieni diritti anche di forestali e finanzieri, e i soldati di leva portavano in caserma le stesse inquietudini e speranze che infervoravano la società e le medesime forme organizzative (ricordate i Proletari in divisa?) dei movimenti sociali.

All’inizio degli anni 80 un primo risultato si potè toccare con mano: le stellette furono scucite dalle spalline dei poliziotti i quali finalmente potettero dar vita a sindacati, seppure diversi da quelli dei lavoratori civili (non possono federarsi, né scioperare, né occuparsi di ordinamento, addestramento, impiego del personale) e a volte protagonisti di episodi inquietanti, soprattutto le sigle più legate alle destre, allergiche ai processi contro colleghi che commettono abusi, ai numeri identificativi, a norme contro la tortura e all’agibilità politica delle proteste sociali.  L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.sicurezzacgs.it/la-democrazia-che-non-ce-nelle-forze-armate-di-checchino-antonini-left/

Condividi questo post