Sindacati Polizia: Manovra, non parole ma fatti

Roma, 22 Set 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Il messaggio della Silp Cgil al ministro Salvini. Segue. – “Sappiamo che tra i poliziotti è alta l’aspettativa per ciò che farà Salvini e noi come sindacato di categoria vogliamo valutarne l’operato nei fatti piu che nei proclami.

In tal senso un segnale positivo consisterebbe nel trovare e mettere a disposizione le risorse necessarie da destinare alla sicurezza e la prossima legge di bilancio sarà il vero banco di prova del governo e del ministro. Risorse per finanziare il riordino interno delle carriere, le assunzioni e il contratto di lavoro”.

       

Daniele Tissone, segretario generale del Silp Cgil, il sindacato dei poliziotti che fa riferimento alla confederazione guidata da Susanna Camusso non chiude la porta al governo e al vice premier nonché ministro dell’interno Matteo Salvini, ma chiede di passare al più presto dalle parole ai fatti: “Ad oggi – dice Tissone – dobbiamo registrare molte promesse e poca sostanza sui temi che davvero interessano alle lavoratrici e ai lavoratori in divisa.

Penso ad esempio al decreto correttivo relativo alla riforma dei ruoli e delle qualifiche. Lega e M5s hanno condiviso con noi, quando erano all’opposizione, numerose critiche a questo riordino che doveva avere l’obiettivo di rendere più efficiente il comparto sicurezza attraverso migliori percorsi di carriera interna.

Ad oggi l’attuale governo pare invece intenzionato a confermare l’impianto della riforma voluta dal precedente esecutivo e questo non possiamo accettarlo”. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.affaritaliani.it/cronache/manovra-poliziotti-salvini-561164.html

Condividi questo post