Stipendi: NoiPa cedolino febbraio 2019

Roma, 12 Feb 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Daniele Sforza – Di seguito le date di accredito. Segue. – Ultime notizie da NoiPa sul cedolino di febbraio 2019: uno stipendio che sarà leggermente più ricco rispetto al mese di gennaio, visto che troveranno spazio anche quegli aumenti che inizialmente erano previsti proprio sul cedolino di gennaio, determinati dalla perequazione e comunicati ufficialmente anche dalla stessa amministrazione sul proprio portale. Inoltre, come di consueto, andiamo a riepilogare il calendario con le date di accredito dello stipendio valido per febbraio 2019.

NoiPa cedolino febbraio 2019: stipendio più alto, ecco perché. NoiPa ha comunicato ai suoi assistiti che l’elemento perequativo sarà presente nel cedolino a partire dalla rata di febbraio 2019.

       

“Nel cedolino delle competenze di febbraio 2019 saranno presenti le somme relative alla proroga dell’elemento perequativo una tantum prevista dalla Legge di Bilancio 2019, comprensive degli arretrati non erogati nel mese di gennaio”.

L’amministrazione ha inoltre informato che l’elaborazione, conclusasi nella giornata di mercoledì 30 gennaio 2019,
“ha riguardato circa 982.000 dipendenti per un importo complessivo pari a circa 13.400.000 euro”.

NoiPa cedolino febbraio 2019: date accredito stipendio. Come di consueto ecco il calendario con le date di accredito stipendio e perequazione per il mese di febbraio 2019. Venerdì 22 febbraio: rata ordinaria; Mercoledì 27 febbraio: rata ordinaria esclusivamente per il comparto Sanità; Giovedì 28 febbraio: relativamente alla Emissione Urgente e Speciale.

La data di accredito della rata ordinaria dovrebbe infatti essere anticipata al 22 febbraio. Normalmente, la data di accredito cade il giorno 23, che però a febbraio è un sabato. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.termometropolitico.it/1385647_2019-02-11-noipa-cedolino-febbraio-2019.html

Condividi questo post