Vigili del Fuoco: campagna AIB 2018

Roma, 10 Lug 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – A seguito di varie motivazioni hanno indotto la scrivente organizzazione sindacale ad indire uno stato di agitazione in ognuna delle 5 regioni ove sono presenti gli aeronaviganti AIB. Seguiamo. –  Lavoratori, dal 11 maggio 2018 si sono susseguite 5-6 note a firma di vari dirigenti per regolamentare l’avvio della campagna AIB 2018, anche grazie al recepimento di alcuni suggerimenti che, con precedenti comunicati, abbiamo fornito come organizzazione sindacale.

Non è una novità che una qualunque nota, sia seguita da correzioni, integrazioni o “cambi di passo”, così come non è una novità che le successive vengano firmate in un intreccio di scavallamenti gerarchici.

Indipendentemente da ciò, possiamo però affermare di essere un organizzazione perfetta, in grado di poter affrontare qualunque evenienza, anche grazie all’apertura di quattro reparti volo temporanei per l’AB412 e due per l’Erickson S64.

Questo, sulla carta! In realtà, manca il personale necessario e coloro che in vario modo si sono resi disponibili per l’organizzazione, mancano di incarico. Le ricognizioni sulla disponibilità del personale sono andate quasi deserte.

Ciò che si è spacciato come apertura di quattro reparti, in realtà è il potenziamento dei Reparti di Catania e Pescara e come apertura (forse) abbiamo solo Palermo e Viggiano (PZ), senza però delle concrete indicazioni.

Nel mentre piano piano vengono fuori le varie incapacità organizzative, dimostrate dal fatto che l’avvio della campagna antincendio, dal 15 giugno è stato differito prima al 22 giugno e poi al 2 luglio, la lotta attiva agli incendi boschivi viene fatta dagli altri corpi armati dello Stato, oltre che da ditte private.

Ad esempio, dei 10 elicotteri presenti in Sicilia, 6 sono privati e quattro dei corpi militari incluso i carabinieri.  L’articolo completo prosegue qui >>> http://vigilidelfuoco.usb.it/index.php?id=20&tx_ttnews[tt_news]=103520&cHash=92e7e2cd93&MP=63-607