Accorpamento della Forestale ai Carabinieri: nuova questione di legittimità alla Consulta

Roma, 17 Mar 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – In molti attendevano la decisione della Corte Costituzionale in merito alla questione di legittimità sollevata, lo scorso 16 agosto 20171, dal TAR Abruzzo, sezione distaccata di Pescara, sull’avvenuto accorpamento della Forestale all’Arma dei Carabinieri. Tuttavia, al Collegio abruzzese si è aggiunto il TAR Veneto (sezione prima) che, tramite apposita ordinanza2, rileva presunti profili di incostituzionalità nella scelta, operata dal legislatore italiano, di far transitare gran parte dei membri del Corpo forestale nella Benemerita, con conseguente loro acquisizione dello status di militare. In attesa della pronuncia della Consulta, analizziamo le motivazioni individuate dai due tribunali amministrativi, in realtà molto simili. Il TAR Abruzzo è il primo a sollevare la questione di costituzionalità del D. lgs 12 settembre 2016 n. 177, rubricato “Disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato”, emanato, a sua volta, in attuazione della delega, contenuta nell’art. 8 comma 1 lett. A l. n. 124/2015, riforma Madia, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”. Nell’occasione, il ricorrente, un vicesovrintendente forestale, aveva impugnato il relativo provvedimento di attuazione3, mediante il quale si disponeva la sua assegnazione all’Arma dei Carabinieri. Il suo interesse a ricorrere si incentrava, quindi, sulla volontà di continuare ad operare nel disciolto Corpo forestale e, in subordine, di non confluire nell’Arma o in altra forza di polizia ad ordinamento militare ma solo, eventualmente, nella Polizia di Stato4. Al contrario, il D. lgs n. 177/2016 non prevede alcuna opzione generalizzata di transito nella Polizia o in altra amministrazione civile: l’art. 7 stabilisce, infatti, l’accorpamento nell’Arma e l’art. 12 il relativo transito del personale. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.difesaonline.it/evidenza/diritto-militare/accorpamento-della-forestale-ai-carabinieri-nuova-questione-di-legittimit%C3%A0