Assegni una tantum – Fondi insufficienti per il 2012. È necessario ed urgente reperire ulteriori risorse ai sensi dell’art. 1, comma 2, legge 23 maggio 2011, n. 74

 

Roma, 1 ott – Il SIAP, nell’incontro odierno con i rappresentanti della nostra Amministrazione, ha appreso della reale situazione riferita al c.d. assegno una tantum, consequenziale al noto blocco contrattuale per gli anni 2011/2012/2013 previsto dalla legge finanziaria dell’anno 2010.

       

Le somme disponibili hanno consentito per l’anno 2011 di coprire al 100% le intere spettanze del personale, già interamente liquidate; nota dolens, invece, per quello che riguarda l’anno 2012 – le risorse disponibili ammontano a 195 milioni di euro più i residui dell’anno 2011.

Vi è necessità per poter coprire anche quest’ anno l’intero fabbisogno di ulteriori 230 milioni di euro. Seppur vero che esiste per legge la possibilità di reperire ulteriori risorse dal FUG ( fondo unico giustizia) e dal risparmio per le spese di missioni all’estero , al momento non risulta la possibilità concreta di fruire di altri finanziamenti.

La situazione illustrata porta ragionevolmente a ipotizzare che l’assegno una tantum per l’anno 2012 possa coprire circa il 50% rispetto al fabbisogno.

Comunicato sulle una tantum 2012 in formato PDF, clicca qui >>>

Condividi questo post