CONTRATTO FF.AA. 2016-2018: QUANTO REALMENTE SI INTASCA DAGLI AUMENTI DOPO 9 ANNI DI ATTESA

100 Euro contratti forze armate aumenti

Per riscontrare le numerose richieste dei nostri utenti pubblichiamo una sintesi indicativa degli aumenti che deriveranno dall’accordo contrattuale delle FF.AA. che lo scorso 15 marzo è stato recepito con decreti presidenziali.

Per fare una sintesi pratica e di immediata comprensione degli aumenti contrattuali che i militari troveranno in busta paga, riportiamo i valori di aumento del trattamento economico relativo ai gradi intermedi di ogni ruolo (per gli altri gradi, all’interno dello stesso ruolo, si consideri che le cifre si discostano da qualche unità di euro ad un massimo di circa 15 € )

AUMENTI MENSILI LORDI DERIVANTI DAL CONTRATTO CON DECORRENZA 01/01/2018

Caporal Maggiore Capo Scelto (e gradi equivalenti) € 93.50

Sergente Maggiore Capo (e gradi equivalenti) € 98.29

1° M.llo (e gradi equivalenti) € 106.22

Capitano (e gradi equivalenti) € 113,01

GLI ARRETRATI LORDI DERIVANTI DAL CONTRATTO RELATIVI A GLI INTERI ANNI 2016-2017

Caporal Maggiore Capo Scelto (e gradi equivalenti) € 501.47

Sergente Maggiore Capo (e gradi equivalenti) € 522.74

1° M.llo (e gradi equivalenti) € 555.46

Capitano (e gradi equivalenti) € 586.19

 

QUANTO SI GUADAGNA RISPETTO A PRIMA DEL RIORDINO (SETTEMBRE 2017) – VALORI LORDI –

Caporal Maggiore Capo Scelto (e gradi equivalenti) € 71.96 (riordino) + € 93.5 (contratto) = € 165.46

Sergente Maggiore Capo (e gradi equivalenti) € 57.57 (riordino) + € 98.29 (contratto) = € 155.86

1° M.llo (e gradi equivalenti) € 64.76 (riordino) + € 106.22 (contratto) = € 170.98

Capitano (e gradi equivalenti) € 86.3 (riordino) + € 113,01(contratto) = € 199.31

MA QUALE E’ L’AUMENTO REALE???

In pratica alle cifre totali sopra esposte riordino + contratto occorre sottrarre:

• i contributi previdenziali e assistenziali circa in media 11%
• sui valori sottratti dai contributi occorre poi sottrarre l’imposta sul reddito delle persone fisiche.
• la vacanza contrattuale (in media € 14) che viene assorbita dagli aumenti contrattuali
• il bonus di 80 sicurezza e difesa euro netti che veniva corrisposto fino a settembre 2017 per la specificità delle FF.AA e che è stato eliminato dal mese di ottobre 2017 (vedi precisazioni sotto riportate);

Riassumiamo il tutto con degli esempi per ogni ruolo:

1) Es. per un CAPORAL MAGGIORE CAPO SCELTO (e gradi equivalenti)

€ 165.46 (riordino + contratto) – 11% (contrtib. prev. assist.) – 27 % ( irpef) – € 14 (el. provv. retrib.) -80 (bonus)

tot aumento € +13.5

2) Es. per UN SERGENTE MAGGIORE CAPO (e gradi equivalenti)

€ 155.86 (riordino + contratto) – 11% (contrtib. prev. assist.) – 38% ( irpef) – € 14 (el. provv. retrib.) – 80 (bonus)

tot. aumento € +7.26

3) Es. per un PRIMO MARESCIALLO (e gradi equivalenti)

€ 170.98 (riordino + contratto) – 11% (contrtib. prev. assist.) – 38% (irpef) – € 14 (el. provv. retrib.) – 80 (bonus)

Totale aumento € – 0.194

4) Es. per un CAPITANO (e gradi equivalenti)

€ 199.31 (riordino + contratto) – 11% (contrtib. prev. assist.) – 38% ( irpef) – € 14 (el. provv. retrib.) – 80 (bonus)

Totale aumento € + 15.97

PRECISAZIONI

Con riferimento ai conteggi sopra esposti è doveroso precisare che :

• i dati relativi all’aumento dei riordino e del contratto sono dati oggettivi ricavabili dalle fonti normative;
• i dati relativi alla percentuale contributiva e dell’imposta sul reddito sono necessariamente approssimativi perché non tutte le voci stipendiali sono soggette agli stessi contributi e l’imposta varia in base al reddito, ma rappresentano comunque un valore medio in grado di dare una proporzione indicativa; ad ogni modo sono verificabili sulla propria busta paga;
• l’elemento provvisorio di retribuzione (vacanza contrattuale) rappresenta un valore medio ma, rispetto la variazione non incide in modo radicale rispetto alla valutazione finale, ad ogni modo è verificabile sulla propria busta paga;
• alcuni gradi hanno avuto aumenti maggiori rispetto agli altri anche in relazione alle anzianità
• alcuni soggetti a causa degli aumenti lordi potrebbero vedersi aumentata l’aliquota massima con conseguente diminuzione del netto percepito (es. dal 27% al 38%) pertanto oltre ad alcuni aumenti tutti gli accessori (cfi straordinario cfg missioni ecc.) saranno tassati con un valore superiore.
• il bonus di 80 euro non produceva effetti previdenziali contrariamente agli aumenti introdotti dal riordino e dal contratto
• Il BONUS SICUREZZA E DIFESA È STATO SOSTITUITO per le forze armate e forze di polizia da un ulteriore bonus corrisposto in forma di riduzione fiscale “al personale delle Forze di polizia e delle Forze armate, in ragione della specificità dei compiti e delle condizioni di stato e di impiego, titolare di reddito complessivo di lavoro dipendente non superiore, in ciascun anno precedente, a 28.000 euro, è riconosciuta sul trattamento economico accessorio, comprensivo, ai sensi del presente comma, delle indennità di natura fissa e continuativa, una riduzione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali. La misura della riduzione e le modalità applicative della stessa sono individuate annualmente con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta dei Ministri interessati, di concerto con i Ministri per la semplificazione e la pubblica amministrazione e dell’economia e delle finanze, in ragione del numero dei destinatari. La riduzione di cui al presente comma è cumulabile con la detrazione prevista dall’articolo 1, comma 12, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.” ­ c.d. bonus fiscale. (il cumulo è previsto dal D.lgs. n. 95/2017 all’articolo 45 comma 2).
• chi ne ha titolo continuerà a percepire il bonus fiscale 80 Euro riconosciuto a tutti i cittadini fino a 26.600 Euro di reddito annuo lordo

Pertanto il valore totale dell’aumento è approssimativo ma permette in ogni caso di dare una proporzione indicativa di quanto viene o non intascato in concreto di aumento rispetto ai mesi antecedenti a quelli del riordino.

 

riproduzione riservata