Libri: “La scelta. La mia vita nella Legione straniera”

Roma, 14 Nov 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Giusy Federici – Leggiamo di seguito. – Non saremo dei chierichetti, ma non siamo nemmeno assassini spietati che fanno il lavoro sporco per la Francia. La Legione straniera, in primis, è una branca dell’Esercito francese che accetta le varie nazionalità. In questo senso è un Corpo aggregante, qui non sei bianco, nero o giallo, non sei cattolico, islamico o animista, hai un kepì bianco, sei un legionario.

Per Danilo Pagliaro spiegare cosa sia la Legione straniera francese e, soprattutto, cosa non è, quindi raccontarla senza i miti e le leggende metropolitane che si accostano al termine Légion étrangère, è una missione.

       

Missione ribadita a Roma, l’8 novembre, nella sezione dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, ANPd’I, durante la presentazione del suo secondo libro, “La Scelta. La mia vita nella Legione straniera”, scritto con Andrea Sceresini. (il primo, “Mai avere paura”, è diventato un best seller). Moderatore della presentazione Raffaele Capoferro, vice presidente della sezione, strapiena di gente di ogni età, segno tangibile che la Legione straniera è un argomento che interessa.

Danilo Pagliaro, 61 anni, veneto, a 37 anni si è arruolato in Legione straniera in Francia… Ha partecipato a molte missioni, tra cui ex Jugoslavia, Afghanistan, Libano, Repubblica Centrafricana.

Ricopre il grado di brigadier chef (caporal maggiore scelto, ndr). In un certo senso il libro è autobiografico: l’autore cita episodi, aneddoti, storie vissute in prima persona. Ma è soprattutto la biografia della Legione raccontata attraverso la sua esperienza, dal primo giorno a Aubagne fino ad oggi. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.difesaonline.it/evidenza/recensioni/danilo-pagliaro-la-scelta-la-mia-vita-nella-legione-straniera

 

Condividi questo post