Militari USA su chat per incontri. L’adulterio, in America,, in base alle regole militari, e’ reato punibile con un anno di reclusione e il congedo senza onore che comporta tra l’altro la perdita della pensione.

20150819_c1_8afa53037229809e32f12af2e14f3642Roma, 21 ago 2015 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo). Sotto attacco negli Usa un celebre sito per adulteri. Pirati informatici hanno messo infatti le mani sui dati personali di milioni di clienti del portale Ashley Madison e in queste ore li hanno postati sul web usando un indirizzo accesibile solo dal browser Tor, un sistema di comunicazione anonima.  ago

I documenti, un tesoretto di circa 10 gigabyte, contengono particolari del conto e dei ‘log-in’ di circa 32 milioni di “infedeli” o aspiranti tali alla ricerca di un partner per un incontro illecito.

Poiché questo non è successo, nelle ultime ore gli hacker hanno scaricato la loro mole di dati, quasi 10 gigabyte, sul web. È partita quindi la caccia a identificare i clienti che includono, secondo quanto riporta Wired, anche 15 mila indirizzi con l’estensione ‘.gov’ o ‘mil’ riservata a membri dell’amministrazione o delle forze armate. L’adulterio, in base alle regole militari, e’ reato punibile con un anno di reclusione e il congedo senza onore che comporta tra l’altro la perdita della pensione. L’articolo continua qui: >>> http://www.ilmessaggero.it/SOCIETA/NOLIMITS/amp_8203_ashley_madison_hacker_nomi_adulteri_online/notizie/1522561.shtml