Riordino gradi: tra formiche e grilli lamentosi

 

Roma, 9 mar 2017 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Dopo l’approvazione preliminare della bozza di decreto legislativo inerente il c.d. riordino delle carriere, avvenuta il 23 febbraio scorso, com’era prevedibile, tante sono state le notizie inesatte o distorte, costituite da informazioni fuorvianti, non oggettive o non complete, che alterando la realtà dei fatti possono confondere o modificare le opinioni, allo scopo di influenzare le azioni e le scelte di qualcuno. Fortunatamente veritas filia temporis. Certamente un ringraziamento va alle rappresentanze che hanno contribuito alla realizzazione della bozza di riordino, evitando in primis di cavalcare l’onda del populismo, e pubblicando i dati reali sui benefici che il riordino porta. Come noto il riordino delle carriere è stato fortemente voluto dall’ormai noto cartello sindacale SIULP, SIAP, CONSAP e federazione UIL Polizia, che da ultimo è intervenuto, in seguito alle polemiche sollevate da pochi, affermando tra l’altro “Cari colleghi siamo costretti, nostro malgrado, a dover evidenziare alcuni punti che altre sigle, con coscienza e volontà, cercano di svilire attraverso una disinformazione strumentale per confondere la categoria. Un pericoloso gioco tra chi ritiene il riordino un fatto positivo e chi invece è contrario per logiche estranee all’interesse dei colleghi.” Sebbene riguardo alla Polizia Penitenziaria non si siano rilevate esclusivamente isolate prese posizione contro il decreto, sono eloquenti  le parole del segretario generale aggiunto SAPPE, Giovanbattista De Blasis che ha testualmente affermato: grazie alla fatica, all’abnegazione e, soprattutto, al senso di responsabilità dimostrato dai sindacati che si sono fatti carico dello sforzo per raggiungere il massimo risultato, oggi possiamo dire di aver portato a casa il migliore dei riordini delle carriere possibili”. Larticolo continua qui >>> http://www.poliziapenitenziaria.it/public/post/blog/riordino-tra-formiche-e-grilli-lamentosi-3335.asp

       

 

Condividi questo post