Sindacati delle Forze di Polizia sul rinnovo contratto

Roma, 26 Feb 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Simone Micocci – I sindacati della Polizia di Stato e Penitenziaria hanno chiesto al Governo maggior impegno sul rinnovo del contratto. (Segue articolo). – Le trattative per il rinnovo del contratto di Forze Armate e di Polizia, nonché per il resto dei dipendenti pubblici, sono bloccate, così come quelle per i correttivi del riordino e per l’area negoziale dirigenti.

È per questo motivo che i sindacati delle Forze di Polizia hanno scritto al Governo Conte per chiedere l’immediata convocazione dei propri rappresentanti per aprire ufficialmente le trattative per definire la chiusura della coda contrattuale dello scorso rinnovo, oltre a pretendere un maggior impegno per la definizione di un nuovo contratto per il triennio 2019-2021.

       

Il malcontento si respira chiaramente tra gli appartenenti delle Forze Armate e di Polizia; la maggior parte del personale in divisa, infatti, ritiene che il Governo abbia dimenticato le promesse fatte nei mesi scorsi, non ponendo il comparto Difesa e Sicurezza in cima alle priorità.

Dopo l’esclusione delle Forze Armate e di Polizia dalla riforma delle pensioni, a far discutere è quindi la lentezza con cui l’amministrazione si sta attivando per risolvere quei problemi propri al comparto.

Rinnovo del contratto 2016-2018: nulla di fatto per la parte normativa. Oltre ad essere arrivato con colpevole ritardo, il rinnovo del contratto per il triennio 2016-2018 ha “dimenticato” di disciplinare la parte normativa. Vista l’urgenza nell’arrivare al più presto una firma, infatti, le trattative hanno riguardato solamente la parte economica del CCNL, lasciando all’amministrazione successiva il compito di definire la parte normativa. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.money.it/Forze-Armate-Polizia-rinnovo-contratto-sindacati-Governo

 

 

Condividi questo post