UNA IDENTITA’ DA “5 MILIONI” DI EURO….

Roma, 17 Apr 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Michele Rinelli – Costerà 5 milioni di euro il rifacimento dei distintivi di qualifica dei 4 corpi di polizia e ci si chiede, giustamente, se tale operazione fosse davvero necessaria viste le condizioni in cui versano mezzi e strutture dell’intero comparto. Certo in termini assoluti 5 milioni di euro di euro forse sono poca cosa, il Capo della Polizia Franco Gabrielli, che dalle pagine del “Il Tempo” risponde alle feroci critiche mosse al riguardo, specifica che al netto delle tasse il costo per ogni singolo agente sarà di circa 25 euro, per un provvedimento che sarebbe dovuto essere stato fatto nel 1981, all’atto della riforma della famosa legge 121, dove i gradi militari dovevano essere già all’epoca sostituiti, sopratutto per la Polizia di Stato, che aveva appunto dismesso le stellette ed è diventata corpo civile dello Stato. Di questi giorni, peraltro, è la notizia di una nuova ulteriore modifica stilistica dello stemma araldico della Polizia di Stato, notizia anche questa che personalmente mi fa pensare che tutte queste innovazioni non siano solo un caso né una spesa sostenuta per semplice capriccio stilistico. E’ infatti da tempo che nei palazzi ministeriali si ragiona moltissimo in termini di comunicazione e immagine, di mezzi e metodi per essere presenti e unicamente individuabili presso la pubblica opinione, lo stesso logo della Polizia Scientifica è stato modificato per essere più aderente ai tempi e di più immediato impatto sull’immaginario collettivo spesso surclassato da quei “RIS” dei Carabinieri che in Italia hanno inventato il marchio ma non la Polizia Scientifica.  L’articolo completo prosegue qui >>> https://paroleingiaccablu.wordpress.com/2018/04/15/una-identita-da-5-milioni-di-euro/