Afghanistan: contrasto agli ordigni esplosivi in favore della popolazione locale

Roma, 10 Apr 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Proseguono in Afghanistan i corsi svolti dai militari italiani per garantire l’autoprotezione delle Forze Armate afgane e la salvaguardia della popolazione civile. Nei giorni scorsi i militari del contingente italiano hanno concluso il corso di specializzazione in “Explosive Hazard Reduction”, a favore di 12 poliziotti e militari delle forze di sicurezza afgane, che hanno conseguito l’abilitazione alla bonifica speditiva degli ordigni esplosivi. Il corso – svolto presso la base italiana di Camp Arena della durata 4 settimane – è stato sviluppato nell’ambito del programma formativo organizzato dagli istruttori italiani del Military Advise Team (MAT). Obiettivo, ridurre il numero degli incidenti che coinvolgono le Forze di Sicurezza locali e soprattutto la popolazione civile, in occasione di rinvenimento di mine, munizionamento inesploso ed Improvised Explosive Device (IED), ovvero bombe realizzate con materiali non convenzionali. Attraverso l’apprendimento di accurate tecniche per l’avvicinamento agli esplodenti, messa in sicurezza dell’area, posizionamento di cariche esplosive e successiva bonifica con brillamento speditivo, i neo abilitati, militari e poliziotti, potranno operare senza mettere a repentaglio le proprie vite e tutelando, conseguentemente, la popolazione civile che risulta essere tra le principali vittime da esplosioni. Il corso è terminato con una esercitazione pratica, in cui le Forze di Sicurezza locali si sono cimentate nell’impiego di cariche esplosive individuali per la demolizione rapida di alcuni simulacri di ordigni inesplosi, consentendo agli stessi allievi di condurre, autonomamente, una bonifica speditiva. La bonifica degli ordigni rientra nei piani di addestramento (Train) e di consulenza (Advise ed Assist), che attualmente sono svolti dagli istruttori italiani a favore della Polizia e dell’Esercito afgano. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.difesa.it/Primo_Piano/Pagine/afghanistan-contrasto-ordigni-esplosivi-favore-popolazione-locale.aspx