Cerimant di Padova, l’Esercito sospende i due responsabili del traffico d’armi. Si tratta di un sottufficiale e di un civile, coinvolti nell’organizzazione che voleva trafugare la salma di Enzo Ferrari

 

Padova, 29 mar 2017 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – (Dal giornale La Stampa.it del 29.3.2017). Era diventato il supermarket delle armi. Al Cerimant di Padova la banda degli orgolesi si riforniva frequentemente. A disposizione c’era un po’ di tutto: fucili, pistole e kalashnikov, ma anche pezzi di ricambio per tutte le esigenze. La grande organizzazione che faceva arrivare droga e armi in mezza Italia aveva la certezza che nella caserma dell’Esercito, dove le armi dovrebbero essere distrutte, c’era una scorta sempre pronta. «Immediatamente è stata attivata la procedura di sospensione dal servizio per le persone coinvolte e parallelamente è stata avviata un’inchiesta intera per verificare ulteriori responsabilità – si legge in una nota inviata dall’Esercito>>.. L’articolo completo e’ disponibile qui >>> http://www.lastampa.it/2017/03/29/italia/cronache/cerimant-di-padova-lesercito-sospende-i-due-responsabili-del-traffico-darmi-xEdPBYSWKUECB8Fbr8EzGP/pagina.html

       

LEGGI ANCHE QUI:

https://www.pressreader.com/italy/corriere-di-verona/20170329/281814283699902

http://corrieredelveneto.corriere.it/padova/notizie/cronaca/2017/29-marzo-2017/traffico-d-armi-l-esercito-sospende-due-effettivi-cerimant-padova-2401424369062.shtml

 

Condividi questo post