Cronaca: Ferito dal cavo d’ormeggio, maresciallo perde una gamba

Taranto, 13 Gen 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Corrado Ricci – L’incidente sulla fregata “Bergamini”. Segue. – Una staffilata , una terribile staffilata nelle forme di un cavo d’ormeggio trasformatosi in frusta, a causa del cedimento sotto tensione.

Ha colpito il nostromo della fregata multi-missione Bergamini, il primo maresciallo Gioacchino Verde, 56 anni, campano ma residente da tempo alla Spezia, dove l’unità è di base fin dal suo varo, risalente al 2011. L’incidente è avvenuto ieri mattina, attorno alle 8,30, nella base navale del Mar Grande di Taranto.

       

E’ accaduto durante la manovra di accosto al molo, in località San Vito. Il primo maresciallo operava sulla prua della nave, dirigendo le manovre sul ponte, in contatto visivo e radio con gli ormeggiatori posti sulla banchina. Il cavo, incappellato su una bitta a terra, si è spezzato durante il ‘tonneggio’ per avvicinare la fregata alla banchina.

Il cavo ha colpito il nostromo alla gamba destra, tranciandola a livello della coscia. L’effetto frusta ha interessato anche l’altra gamba e l’addome, fratturando una costola.

Nonostante le gravissime ferite, il militare è rimasto sempre cosciente, lucido, in preda a dolori lancinanti. Per lui si sono prodigati per primi i colleghi che gli erano al fianco. Perdeva molto sangue.

L’emorragia è stata tamponata sul posto, con l’intervento del medico di bordo. Successivamente il militare ferito è stato trasportato all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, nel disperato tentativo di riconnettere l’arto al moncone recuperato. Mentre scriviamo l’intervento è ancora in corso. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.lanazione.it/la-spezia/cronaca/incidente-nave-bergamini-1.4388214

Condividi questo post