Cronaca: Strasburgo, La morte ai mercatini di Natale

Roma, 13 Dic 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Paolo Palumbo – Nuovo atto terroristico ai mercatini di Natale. Seguiamo. – Un attentato terroristico è sempre un evento scioccante per chi lo subisce, ma un attentato di matrice islamista in un mercatino di Natale nella città di Strasburgo, capitale del parlamento europeo, è certamente un colpo mediatico di grande effetto.

I terroristi oramai li conosciamo, sappiamo che la ricerca della spettacolarità è uno dei punti fondamentali del loro modus operandi. Allo stesso modo abbiamo svelate quelle che sono le reazioni della polizia con la solita caccia al killer, ovviamente già noto alla giustizia da tempo memorabile.

       

La cosa che spaventa di più è il luogo prescelto per questo ennesimo assalto armato islamista il quale, sebbene non sia ancora pervenuta alcuna rivendicazione ufficiale, riporta alla cronaca quello che è il vero pericolo per l’occidente.

Il terrorismo colpisce quando meno le lo aspetti, non ha un’agenda precisa: gli jihadisti rimangono nelle loro tane silenziosi per mesi, anche anni, per poi manifestarsi in tutta la loro spietatezza quando meno te lo aspetti.

Difesa Online è tra i giornali che ha messo in evidenza il pericolo che si cela dietro questo “silenzio” non solo da parte di al-Qaeda, ma anche di altre piccole organizzazioni le quali – grazie a cellule dormienti – stanno presumibilmente riorganizzandosi, traendo ispirazione dalle macerie dello Stato Islamico o da una rinata al-Qaeda.

L’Europa di questi ultimi mesi è apparsa sempre più goffa, soffocata da un muro di problemi di natura economica, divisa tra le conseguenze della Brexit e l’Italia che non vuol far rientrare i conti.  L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.difesaonline.it/evidenza/punti-di-vista/la-morte-natale

Condividi questo post