I figli di Nicola Barbato diventano agenti di Polizia

Roma, 06 Dic 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Giovanna e Luigi Barbato, davanti al padre Nicola hanno giurato fedeltà alla Repubblica per intraprendere la stessa strada del genitore. Segue. – Era il 24 settembre 2015 e Nicola Barbato era in servizio, sotto copertura, con il collega della Squadra Mobile Giuseppe Tuccillo.

Entrambi si erano finti commessi in un negozio di giocattoli a Fuorigrotta, nei pressi della stazione della Cumana, per intercettare gli “esattori” della camorra, che lo avevano preso di mira.

       

Tra questi, Raffaele Rende, che, stando alla sua versione dei fatti, avrebbe perso il controllo alla vista della pistola degli agenti, pensando di trovarsi di fronte altri due malavitosi.

I poliziotti, invece, hanno affermato di essersi qualificati fin da subito. In pochi attimi nasce una sparatoria, che vede ‘Lello’ Rende esplodere 7 colpi di pistola contro Barbato e Tuccillo e poi fuggire su uno scooter guidato da un complice, Roberto Gerard.

Quest’ultimo sarà fermato il giorno dopo, mentre per Rende si dovrà attendere il sabato successivo. Il 24 settembre 2016 la condanna con rito abbreviato. Per Gerard 3 anni per tentata estorsione, 14 per Rende anche per il tentato omicidio.

I colpi più grave li riceve proprio Nicola Barbato, costretto su una sedia a rotelle per le conseguenze gravi e permanenti di quella sera in cui si trovava solo a fare il proprio dovere.

Dopo aver lottato tra la vita e la morte per molti giorni, però, ha riaperto gli occhi e, nonostante tutto, ieri ha potuto assistere al giuramento in polizia dei suoi due figli, Giovanna e Luigi.

La notizia del giuramento è stata resa nota ieri mattina dalla pagina social ‘Agente Lisa’, il servizio online della Polizia di Stato per comunicare con i cittadini:  L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.stylo24.it/cronaca/nicola-barbato-ferito-camorra-figli-polizia/?fbclid=IwAR2qQbw__eiJw5hGZQV1LNSqlWN5YKQYRW9A7ynbiRkrByBiwWBjIw-JeZ4

Condividi questo post