I SOLDI DEI MILITARI IN MANO A BANCA MARCHE. ARTICOLO E DELIBERA COIR AM. – COMANDO SQUADRA AEREA

 

Cassa Previdenza Forze ArmateRoma, 21 dic 2015 – Con richiesta di pubblicazione da parte di Luigi Tesone. Non più di tre anni fa si bandiva la gara per l’affidamento del servizio di cassa, gestione dei fondi e deposito titoli, mediante l’apertura di sette conti correnti ordinari intestati ai Fondi previdenziali operanti nell’ambito della Cassa di previdenza delle Forze Armate.

Tra le dodici offerte pervenute la gara fu aggiudicata alla Banca delle Marche, dagli atti risulta che il criterio utilizzato per l’aggiudicazione fu quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
Verrebbe da chiedere vantaggiosa per chi?

E’ notizia di questi giorni che ben quattro banche (Etruria, Marche, Chieti e Ferrara) soffrono di dissesto finanziario, migliaia di risparmiatori si sono assiepati fuori dai palazzi del potere romano per sfogare tutta la loro rabbia di cittadini truffati da dirigenti bancari infedeli.

Nel 2013 il consiglio di Amministrazione di Banca Marche approvava un bilancio con margini di interesse in riduzione su base annua del 27,4% per effetto congiunto di un incremento degli oneri passivi del 3,4% e di una contrazione degli interessi attivi del 13,1%, nello stesso documento il CDA dichiara che in un contesto macroeconomico critico le attività deteriorate si sono incrementate in un solo semestre del 15%, insomma la banca stava affondando.
Probabilmente molti cittadini in divisa, non avendo il proprio conto corrente presso nessuna delle banche “fallite” dormivano sonni tranquilli pensando che i propri risparmi fossero al sicuro.

Purtroppo non è così, infatti, i soldi delle casse di previdenza delle Forze Armate, grazie ad un affidamento “economicamente più vantaggioso” sono stati affidati a Banca Marche.

Le casse di previdenza sono un organo dotato di personalità giuridica di diritto pubblico non economico, istituito nell’ambito della struttura organizzativa del Ministero della Difesa.

Tale strumento è sottoposto alla vigilanza del Ministro della Difesa, che può esercitarla avvalendosi del Capo di Stato Maggiore della Difesa ovvero, per profili strettamente tecnico-amministrativi, per il tramite dei dirigenti preposti agli uffici. Dell’Amministrazione competenti per materia.

I militari devono essere rassicurati, hanno affidato la gestione dei loro soldi alla struttura organizzativa della quale fanno parte ed ora apprendono che c’è la possibilità che siano spariti?

Chi aveva ed ha ancora la responsabilità di vigilare sulla gestione delle casse si deve far promotore presso il Governo di tutte le azioni utili e necessarie per la salvaguardia dei soldi militari.

http://www.difesa.it/SMD_/EntiMI/CassaPrevFA/Pagine/Comunicazioni_Eventi.aspx

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/30/banca-marche-commissariata-da-bankitalia-rosso-di-232-milioni-in-bilancio/696697/

Tesone Luigi

 

————————————————————————

SEGUE DELIBERA DEL COIR AM – COMANDO SQUADRA AEREA

 

COMANDO SQUADRA AEREA – CONSIGLIO INTERMEDIO DI RAPPRESENTANZA
DELIBERA N. 1 Allegata al verbale

OGGETTO: Fondi Cassa di Previdenza.

Il CO.I.R. S.A.:
VISTO: D.P.R. 4 Dicembre 2009 n. 211, con il quale la gestione delle Casse di Previdenza delle FF.AA. è stata unificata sotto la responsabilità di un unico Consiglio di Amministrazione;
VISTO: Testo Unico sull’ordinamento Militare D.P.R. 15 marzo 2010 n. 90;
APPURATO: che le Casse di previdenza in parola sono dotate di personalità giuridica di diritto pubblico non economico, istituito nell’ambito della struttura organizzativa del Ministero della Difesa;
TENUTO CONTO: che tale Istituto è sottoposto, tra l’altro, alla vigilanza del Ministro della Difesa, che può esercitarla avvalendosi del capo di Stato Maggiore della Difesa.

CONSIDERATO: che l’ente gestisce i fondi previdenziali nel rispetto delle norme istitutive delle casse militari, secondo criteri ispirati a principi di uniformità gestionale, fatti salvi il vigente regime previdenziale e creditizio che regola i singoli istituti, la salvaguardia dei diritti maturati dagli iscritti, nonché la separazione e l’autonomia patrimoniale e contabile di ciascun Fondo.

VISTO: Che il 22 aprile 2013 è risultata aggiudicataria la BANCA DELLE MARCHE SPA per l’affidamento del servizio di cassa, gestione dei fondi e deposito titoli, tra 12 Istituti di credito partecipanti (che si allega in copia);
ACCLARATO: Dagli organi di stampa che la BANCA DELLE MARCHE SPA rientra tra i quattro istituti di credito che essendo in particolare sofferenza economica finanziaria ha spinto questo Governo a intervenire a tutela dei risparmiatori;

DELIBERA

di chiedere al Comandante la Squadra Aerea di farsi promotore presso le SS.AA. affinché le stesse intraprendano tutte le azioni necessarie e possibili a tutela delle somme accantonate nelle casse e che la rappresentanza militare ed il personale siano tempestivamente informati.

Di inviare a stralcio verbale la presente delibera al COCER A.M. allo scopo che lo stesso, in futuro, sia coinvolto nella resa del conto gestionale, quale organo garante della tutela degli interessi del personale.

PRESENTI E VOTANTI:
FAVOREVOLI:

ROMA, 15 dicembre 2015