Muore per l’uranio impoverito, la moglie avrà la pensione

uranio impoveritoOrbetello, 14 Apr 2015 – di Ilaria Bonuccelli – Ci sono guerre e guerre. Non tutte si vincono con le bombe. E nemmeno da vivi. A volte, non si vincono neppure alla prima battaglia. Al parà di Orbetello Giovan Battista Marica è successo proprio questo. Gli ci è voluta più di una sentenza e la tenacia della moglie, Fosca Barlozzi, per dimostrare che è morto a causa dell’esposizione all’uranio impoverito in Somalia. E delle mancate misure di prevenzione adottate per i soldati italiani durante la missione del 1992. Sulla carta, sono quasi tre anni che i tribunali gli danno ragione. Danno ragione alla sua vedova, più che altro. Ma il ministero della Difesa si è sempre opposto. Fino a pochi giorni fa, quando la Corte dei Conti di Firenze ha ribadito quello che già aveva deciso con una sentenza storica in Italia: “Gianni” è una vittima da uranio. E i suoi eredi, hanno diritto alla pensione. Arretrati compresi. L’articolo prosegue qui >>> http://iltirreno.gelocal.it/regione/2015/04/12/news/muore-per-l-uranio-impoverito-la-moglie-avra-la-pensione-1.11221612?ref=fbfti

Condividi questo post