Pensioni: Assegnate le risorse per pagamento assegni sostitutivi dell’accompagnatore militare

Roma, 08 Nov 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – La normativa prevede che i titolari di pensione di guerra o del servizio affetti da alcune tipologie di invalidità abbiano diritto ad un accompagnatore militare o un accompagnatore del servizio civile. (Segue articolo). – Assegnate le risorse per il pagamento degli assegni sostitutivi dell’accompagnatore militare per i grandi invalidi di guerra e del servizio. Il Ministero della Difesa ha adottato il DM 4.9.2019 con il quale, come ogni anno, individua i beneficiari e le risorse disponibili per il pagamento della prestazione.

La normativa prevede che i titolari di pensione di guerra o del servizio affetti da alcune tipologie di invalidità abbiano diritto ad un accompagnatore militare o un accompagnatore del servizio civile;

nel caso in cui gli enti preposti non siano in grado di procedere all’assegnazione degli accompagnatori (volontari del servizio civile ed obiettori di coscienza), agli aventi diritto è corrisposto un assegno mensile, pari a 900 euro al mese per 12 mensilità (esente da imposte). Per le invalidità meno gravi l’assegno viene ridotto della metà.

Ebbene il Ministero comunica che alla data del 27 marzo 2019, il numero dei grandi invalidi affetti dalle infermita’ di cui alle lettere A, numeri 1), 2), 3) e 4), secondo comma, e A-bis della tabella E allegata al decreto del Testo unico in materia di pensioni di guerra (DPR 915/1978) aventi titolo all’assegno mensile di 900 euro sostitutivo dell’accompagnatore militare e’ di 263 unita’, per l’importo annuo complessivo di euro 2.840.400. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.pensionioggi.it/notizie/previdenza/pensioni-fissati-i-criteri-per-il-pagamento-dell-assegno-sostitutivo-dell-accompagnatore-militare-2342343

Ricevi direttamente sul tuo cellulare i nostri articoli

clicca qui sotto per unirti alla comunità www.forzearmate.org

Seguici su Telegram unisciti al canale sideweb e forzearmate.org

Condividi questo post