Alpini: i giovani a contatto con le “penne nere”

Bassano Del Grappa, 07 Ago 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – (Fonte Corriere del Veneto) – da congedatifolgore.com – Bella iniziativa per i giovani d’oggi. Segue. – L’iniziativa dell’Associazione Nazionale Alpini. BASSANO DEL GRAPPA Ne becco uno fuori ordinanza, un biondino con i capelli lunghi, più che lunghi, quasi afro.

Mi aspettavo un Rambo e invece ho a che fare con uno che sembra Bob Dylan da piccolo, uno che, perdipiù, non si mette sull’attenti. Nome e cognome! «Puppo Francesco».

Anni? «Diciannove». Città? «Bassano». Studi? «Liceo Gian Battista Groppi signore». Specialità? «Scienze umane». E ti piace la naia? «Sissignore». Perchè? «Perché amo il rispetto, il rigore e le regole».

La «naia breve». «Dylan» indossa pantaloni mimetici tipo Desert Storm, veste una polo nocciola e in testa ha un berretto che se non fosse dell’Ana potrebbe essere anche dei New York Yankee o della Forestale. Il ragazzo mi piace. Ami le regole, che regole? «Beh, per esempio, non come in casa che appena che hai mangiato ti stendi davanti alla tivù e non fai niente.

Qui devi sparecchiare la mensa, pulire i piatti, raccogliere la spazzatura… insomma, badare a tutto». Siamo alla Caserma Montegrappa di Bassano. Non tira il vento né urla la bufera, anzi fa un caldo becco e non si muove foglia: persino la bandiera ha rinunciato al suo mestiere e pende esamine dal pennone sulla grande piazza d’armi. Fabrizio Busnardo, l’istruttore, si toglie il cappello con i gradi di tenente e si asciuga il sudore: «Dovremmo prepararci per la montagna non per el Alamein». L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.congedatifolgore.com/it/bassano-otto-giorni-con-gli-alpini-i-giovani-a-contatto-con-le-penne-nere/