Consiglio dei Ministri: prorogati gli incarichi in scadenza dei vertici delle forze armate. Bufera sul comandante dell’Arma indagato nel caso Consip

 

Roma, 15 gen 2017 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Prorogati gli incarichi dei vertici delle forze armate. Su proposta del ministro della Difesa Roberta Pinotti, è stato confermato comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette, numero uno dell’Arma dal 2014, il cui mandato sarebbe scaduto proprio oggi, mentre capo di Stato maggiore della Difesa e capo di Stato maggiore dell’Esercito rimangono rispettivamente Claudio Graziano e Danilo Errico. Graziano, dunque, continuerà a gestire la delicata crisi del Mediterraneo e con questo allungamento di un anno del suo mandato potrà ambire ad un ruolo di primo piano a livello europeo, come alla presidenza del Comitato militare della Nato o a quella del Comitato militare Ue.

       

La conferma di Del Sette, invece, ha provocato qualche mal di pancia a chi, come i Cinque Stelle, non ha gradito la proroga di un incarico tanto delicato ad un generale in età da pensione e per di più indagato per favoreggiamento e rivelazione di segreti d’ufficio nella vicenda della fuga di notizie sull’inchiesta degli appalti Consip. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.ilgiornale.it/news/politica/viceministri-confermati-m5s-contro-sette-1351576.html

 

Condividi questo post