Francia, Germania e Spagna: Piano investimenti per la Difesa

Roma, 12 Gen 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Stefano Pioppi – Madrid si appresta ad avviare un piano di investimenti pari a 7,3 miliardi di euro nel campo della Difesa. Segue. – Se mai ce ne fosse stato bisogno, la nuova puntata del caso Fincantieri-Stx ha svelato due aspetti da cui sarà ora difficile prescindere: primo, le ambizioni di Francia e Germania nel campo dell’industria continentale, atte ad assumere la guida del Vecchio continente.

Secondo, la necessità di un presidio costante degli interessi italiani, in tutte le sedi opportune. Sarà bene tenerlo a mente nella partita che si è già aperta sulla Difesa comune dell’Unione europea, da affrontare con forza negoziale e (punto dolente per l’Italia) investimenti nel settore. Un nuovo segnale in questa direzione arriva da Madrid.

       

LE PAROLE DEL MINISTRO. “Gli investimenti in armamenti militari sono necessari non solo per difendere gli interessi della Spagna e riaffermare l’impegno con gli alleati, ma anche per contribuire al benessere e all’occupazione del Paese”.

Lo ha detto di fronte al Re, al primo ministro e a tutti i vertici delle Forze armate, il ministro spagnolo della Difesa, Margarita Robles, intervenendo (come da tradizione) all’evento annuale della Pascua militar, cerimonia con cui, ogni 6 gennaio, il capo dello Stato riceve nella Sala del trono del Palazzo Reale il governo e i rappresentanti militari.

Un contesto tra i più formali per la Spagna, in cui la numero uno della Difesa ha presentato con convinzione il programma dell’esecutivo per il complessivo rinnovamento dello strumento militare spagnolo.

IL PROGRAMMA SPAGNOLO. Come già annunciato a dicembre, si prevedono nuovi investimenti per circa 7,3 miliardi di euro, destinati a fornire alle Forze armate tecnologie “adeguate e moderne”. L’articolo completo prosegue qui >>> https://formiche.net/2019/01/spagna-difesa-robles-investimenti/

Condividi questo post