Giustizia: Caporali violenti consegnati alla magistratura

Pisa, 12 Lug 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di P. B. -Tre condannati a 6 mesi e viene indicato pure un militare ora trasferito negli Usa. (Segue articolo). –  I caporali più violenti presidiavano la zona del casermaggio e della torretta da cui cadde Scieri. È uno degli elementi, con nomi e cognomi, che emergono dalla relazione finale della commissione parlamentare d’inchiesta consegnata alla Procura.

Nel corso delle audizioni gli ex commilitoni fanno i nomi di chi si era messo in mostra per le ripetute vessazioni rivolte alle reclute. Dei tre caporali condannati (sei mesi, ndr) per gli episodi avvenuti sul bus da Scandicci e Pisa, uno non è stato sentito perché vive in Australia.

Un altro caporale, conosciuto per la sua aggressività, si è trasferito negli Stati Uniti. Proprio quest’ultimo viene descritto come un tipo violento verso i nuovi arrivati.

Alla Gamerra ordine e regole erano resi vulnerabili da parecchie lacune. «La commissione ha accertato che nella caserma avvenivano gravi atti di violenza – si legge nella relazione – non riconducibili a semplice goliardia; che i controlli in caserma erano blandi, perfino dopo il contrappello, tanto che diversi paracadutisti si permettevano di uscire scavalcando il muro di cinta; che la zona dove è stato ritrovato il cadavere di Emanuele Scieri era isolata, ma presidiata dagli anziani che la utilizzavano come spazio di rifugio e di svago: uno spazio in parte esente da regole e controlli, tale che appare molto improbabile che i vertici militari non sapessero cosa accadesse in quel area». L’articolo completo prosegue qui >>> http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2018/07/10/news/consegnati-alla-magistratura-i-nomi-dei-caporali-violenti-1.17048188