Impiego dei militari in servizio di ordine pubblico

Roma, 20 Nov 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Fabio Caffio – L’impiego dei militari nel mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica in tempo di pace costituisce una misura eccezionale formalmente prevista dal nostro ordinamento. (Segue articolo). – Il tema dell’impiego dei militari in servizio di ordine pubblico è stato trattato su queste pagine in autorevoli interventi dei generali Marco Bertolini, Giuseppe Cucchi e, precedentemente, Antonio Li Gobbi.

Cucchi ha in particolare provocatoriamente proposto di abolire la (oramai) sottile linea di distinzione tra militari e forze di Polizia fondendo in un’unica struttura Esercito, Carabinieri e Polizia di Stato secondo il collaudato modello di impiego duale dei Carabinieri.

       

Non è da escludersi che in un futuro lontano, di fronte al prevalere di minacce ibride, si concretizzi una simile idea. Intanto bisogna qual è l’effettivo quadro giuridico, condiviso anche da altri Paesi, che regolamenta la materia.

La prassi nei Paesi europei. Le questioni giuridiche che contraddistinguono in Italia il tema della “militarizzazione” dell’ordine pubblico, sono le stesse che si riscontrano nelle principali democrazie occidentali. Il principio di necessità ed urgenza costituisce il pilastro fondamentale che regge l’intera costruzione.

Questo è anche l’approccio seguito dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali stipulata a Roma nel 1950 la quale, all’art. 15, dispone che “in caso di guerra o in caso di altro pericolo pubblico che minacci la vita della nazione” le parti contraenti possano adottare misure in deroga agli obblighi pattizi – con l’eccezione dell’intangibilità del diritto alla vita – nella “stretta misura in cui la situazione lo richieda …“.

In Gran Bretagna le forze di sicurezza militari potrebbero in teoria supportare le autorità civile in situazioni di estesa violenza interna simili a quelle verificatesi in passato nell’Ulster.  L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.analisidifesa.it/2018/11/militari-e-ordine-pubblico-binomio-non-sempre-conciliabile-col-quadro-giuridico/

Condividi questo post