Imu e Tasi 2018: Termine versamento lunedì 17 dicembre

Roma, 05 Dic 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Giuseppe Moschella – Chi deve pagarlo e come fare. Seguiamo. – Lunedì 17 dicembre (il 16 cade di domenica) scade il termine per il versamento del saldo Imu e Tasi 2018 sugli immobili e sui servizi indivisibili.

La seconda rata dei due tributi il cui acconto è stato versato lo scorso giugno, si dovrà calcolare con eventuale conguaglio, tenendo in considerazione le delibere comunali pubblicate sul sito del Mef entro il 28 ottobre di ogni anno.

       

Se non è presente la delibera dell’anno in corso si applicheranno le aliquote e le detrazioni adottate per l’anno precedente.

Saldo Imu e Tasi 2018: chi deve pagarlo. Sono chiamati al pagamento dell’Imu, i possessori di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa.

Presupposto per la Tasi è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati, di aree scoperte nonché di quelle edificabili, a qualsiasi uso adibiti, sono esclusi i terreni agricoli.

Saldo Imu e Tasi 2018: le esenzioni. La legge ha previsto alcune esenzioni, in particolare non si verserà l’Imu e nemmeno la Tasi per le abitazioni principali (e relative pertinenze) classificate nelle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7.

Le abitazioni classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (abitazioni di tipo signorile, ville e castelli), verseranno invece le suddette imposte. L’esenzione Tasi si applica anche alla quota dovuta dall’inquilino in caso l’immobile locato sia abitazione principale dello stesso. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.leggioggi.it/2018/12/03/saldo-imu-tasi-2018-scadenza-17-dicembre-come-fare/

 

Condividi questo post