“IT-alert”: Sistema di allertamento della Protezione Civile

Roma, 10 Gen 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Angelo Tofalo – Leggiamo di seguito. – Quattro anni fa, durante la mia esperienza al COPASIR, sviluppai un’idea sulla sicurezza collettiva e partecipata che l’anno dopo tradussi in una tesi di un Master di II livello dal titolo: “Intelligence Collettiva – un futuro modello di gestione dell’informazione pubblica, ex ante, in itinere, ex post evento critico.”

Partendo dai concetti di dato, informazione, sicurezza e dalla loro trasformazione nel tempo mi chiesi quanto importante fosse capire fino in fondo queste cose nell’era della comunicazione.

       

Cosa intendiamo dire quando affermiamo che è necessario perseguire un nuovo modello di sicurezza partecipata?

È possibile creare nuovi modelli organizzativi dell’informazione per limitare i rischi e i danni in caso di eventi calamitosi o attentati terroristici?

Partendo da questi ragionamenti scrissi un “pretotipo” sui nuovi strumenti per gli operatori della sicurezza pensando anche ad un protocollo innovativo ed al passo con i tempi che fosse in grado di far raggiungere, nel più breve tempo possibile, il maggior numero di cittadini coinvolti in un evento critico. Potete leggere nei dettagli o vedere direttamente in video quanto da me proposto anni fa cliccando qui.

Con grande attenzione ed interesse sto osservando l’importante lavoro della Protezione Civile, sotto la scrupolosa guida del capo Dipartimento Angelo Borrelli, relativamente al nuovo sistema di allertamento: “IT-alert”, pensato e realizzato per assicurare l’invio e la ricezione di messaggi su cellulari e smartphone. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.angelotofalo.com/it-alert-il-futuro-sistema-di-allertamento-della-protezione-civile/

Condividi questo post