Ocse: rischio pensioni per l’Italia. Penalizzati mamme e giovani

 

armonizzazione-pensioniMilano, 01 dic 2015 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – (www.repubblica.it) – La spesa previdenziale è la più alta dell’intera area, mentre i contribuiti versati da lavoratori e imprese sono al 33%. A rendere più difficile la tenuta del sistema contribuisce la sentenza della Consulta sulle perequazioni. Primi al mondo per spesa pensioni. Primi per aliquota contributiva più alta. Peggio: la sentenza della Consulta sulle perequazione delle prestazioni previdanziali rischia di avere un impatto “forte” sui conti pubblici. Lo mette nero su bianco l’Ocse nel rapporto “Pensions at a glance 2015” dove emergono tutte le criticità italiane con i rischi di tenuta del sistema con una serie di anomali preoccupanti a cominciare dal fatto che gli over 65 godano di un reddito “relativamente elevato”, pari al 95% della media nazionale, come Grecia, Spagna e Portogallo: tutti Paesi con una disoccupazione giovanile elevatissima. L’articolo completo prosegue qui >>>http://www.repubblica.it/economia/2015/12/01/news/ocse_pensioni-128543541/?ref=nl-Ultimo-minuto-ore-17_01-12-2015

       

 

 

Condividi questo post