Russia: Munizioni all’uranio impoverito sui carri armati T-80

Roma, 24 Dic 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Franco Iacch – Il munizionamento ad uranio impoverito, in Russia non è vietato da alcuna convenzione internazionale. (Segue articolo). – Il Ministero della Difesa russo ha pubblicato le specifiche dell’ultimo aggiornamento per il carro armato T-80 sviluppato nel 1976.

Mosca conferma che che la versione T-80BVM, ultimo aggiornamento del T-80BV, ha ricevuto un nuovo caricatore automatico progettato per le munizioni ad uranio impoverito. Quest’ultimo aumenta la densità del materiale del proiettile rendendolo più efficace contro le armature d’acciaio.

       

“Da rilevare che tale munizionamento rientra tra le scorte speciali dell’esercito russo ed è stoccato in speciali arsenali. Non è vietato da alcuna convenzione internazionale ed il loro utilizzo è stato considerato relativamente innocuo poiché le emissioni radioattive sono minime a causa dell’emivita significativa dell’uranio impoverito”.

È prerogativa delle forze armate stabilire il munizionamento necessario. Il cannone 2A46M-4 da 125 mm del T-80BVM è in grado di sparare i nuovi proiettili 3BM59 Svinets-1 con nucleo in carburo di tungsteno e 3BM60 Svinets-2 in lega di uranio impoverito. Il proiettile Svinets-1 sarebbe in grado di perforare 700-740 mm di corazza ad una distanza di 2 km.

Lo Svinets-2 con nucleo in lega di uranio impoverito dovrebbe essere in grado di perforare 800-830 mm di corazza alla stessa distanza. Il carro armato statunitense M1A2 Abrams può sparare munizioni di quinta generazione M829A4 ad uranio impoverito.

Il Cremlino aveva pianificato di ritirare tutti i T-80 entro il 2015, ma ha deciso di sottoporli ad una profonda revisione e di aggiornarli due anni dopo. I 450 T-80BVM sono sostanzialmente identici ai T-72B3, compresa l’armatura reattiva esplosiva Relikt, tranne che per un motore più affidabile. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.ilgiornale.it/news/mondo/russia-proiettili-alluranio-impoverito-sui-carri-armati-t-80-1619901.html

 

Condividi questo post